Ai contenuti

Prevenzione Personale

Prevenzione della patologia

frutta secca e diabete

frutta secca e diabete

 sembra che la frutta secca, assunta in modica quantità,possa migliorare il controllo del diabete.


Noci e nocciole per i diabetici

 
Consumando circa 60 grammi al giorno di frutta secca in sostituzione dei carboidrati si possono tenere sotto controllo la glicemia e il quadro lipidico.

Alla conclusione sono arrivati alcuni ricercatori dell’Università di Toronto (Canada) che hanno studiato 117 pazienti diabetici di tipo 2, suddividendoli in 3 gruppi.

Oltre alla dieta abituale il primo gruppo riceveva un piccolo pasto supplementare a base di muffin (dolcetti tipici americani), il secondo riceveva una miscela di noci, nocciole, mandorle, pistacchi, arachidi, anacardi, noccioline americane, e il terzo gruppo, un misto di muffin e nocciole.

 

Il follow-up durava 3 settimane.

Al termine dell’osservazione si è dimostrato che, i livelli plasmatici di HbA1C del gruppo che riceveva la sola miscela di frutta secca, erano significativamente diminuiti e lo stesso valeva per il colesterolo LDL.

 

Gli autori suggeriscono, dunque, il consumo di noci e nocciole quotidianamente, come supplementi benefici nelle diete dei diabetici tipo 2 .

 

Fonte:

Nuts may help prevent diabetes, suggests study

Fonte: nutraingredients.com

Creato da:  Dott. Maurizio Palombi

Data pubblicazione:   29/07/11
 
 

Informazioni sullo studio

Dott. Maurizio Palombi

Chirurgia

Ulteriori dettagliContattami

Questo sito non deve essere utilizzato in sostituzione delle visite mediche.