Ai contenuti
Sei in:  Home page > Guida medica personale

Guida medica personale

Ulteriori informazioni su...

funghi officinali nelle neoplasie correlate con l’assunzione di sostanze tossiche e in quelle di origine virale
 funghi officinali nelle neoplasie correlate con l’assunzione di sostanze tossiche e in quelle di origine virale
I Funghi Officinali nelle neoplasie correlate all’assunzione di sostanze tossiche e in quelle di origine virale I Funghi Officinali più indicati nelle neoplasie correlate all’assunzione di sostanze tossiche sono: • ABM, che ha una funzione immunomodulante, antineoplastica, anti-neo-angio-genetica, ma anche antidepressiva e stimolante • Coriolus, potente antibatterico, antiossidante, antitumorale, immunomodulante e immunostimolante, che aumenta la sopravvivenza nei pazienti oncologici e controlla gli effetti collaterali della chemioterapia • Shitake, che previene la cancerogenesi indotta da agenti chimici e virus, ed è utile nella terapia complementare del cancro e negli squilibri immunitari Nelle neoplasie di origine virale è indicato Coriolus
Leggi
File
I funghi officinali nelle neoplasie di origine virale, testo
I funghi officinali nelle neoplasie di origine virale, testo
Alle persone affette da neoplasie di origine virale consiglio, solo su indicazione medica e al dosaggio prescritto, micoterapia con Coriolus
Leggi
File
I funghi officinali nella cura dei malati di cancro, 3° parte.pdf
I funghi officinali nella cura dei malati di cancro, 3° parte.pdf
 funghi officinali nella cura dei malati di cancro I funghi officinali nei malati di cancro: • Potenziano l’effetto delle terapie tradizionali e di quelle complementari • Si possono assumere, solo su indicazione medica e al dosaggio prescritto, sia nella prevenzione che durante le terapie tradizionali • Ganoderma, Maitake e Shitake, sono la perfetta triade per lo stimolo immunitario • Esistono controindicazioni che devono essere valutate dal medico Nella cura dei malati di cancro bisogna ricordare che: • Gli esseri umani non sono né un insieme di organi, né un insieme di malattie • Le medicine complementari curano l’essere umano malato e non sostituiscono le terapie tradizionali, che, invece, curano le malattie • La micoterapia con i funghi officinali è una delle terapie complementari • È compito del medico scegliere, per ciascuna condizione di ogni persona malata di cancro, le terapie più indicate I funghi officinali nella cura dei malati di cancro possono essere associati alle cure del cancro, ma non possono mai sostituirsi ad esse. Passiamo, ora, a valutare, per le principali forme tumorali, i funghi e le altre terapie complementari più indicate. Tumori cerebrali Chaga e Maitake, prescritti, secondo i principi della diagnosi energetica differenziata, insieme a: 1. SAT-terapia preparati a base di cervelletto, corteccia, diencefalo e midollo spinale 2. terapie immunitarie con Acido Nucleico Specifico SNA-HLA I e II; IL 1, 2, 4, 6, 7; Acido Nucleico Specifico SNA-C1a e b; DNA, EGFR e fattore trasformante β, Dimetilsulfossido; IFN α e δ; Molgramostim; RNA, TNF 3. terapie di controllo dello stress con crataegus oxyacantha, folato, magnesio, passiflora incarnata, vitamina B6, vitamina B1 Carcinoma della cervice uterina Coriolus, prescritto, secondo i principi della diagnosi energetica differenziata, insieme a: 1. SAT-terapia con ovaie, utero, epitelio di Malpighi 2. terapie immunitarie con preparati di vischio del melo 3. terapie di controllo dello stress con crataegus oxyacantha, folato, magnesio, passiflora incarnata, vitamina B6, vitamina B1 Carcinoma del colon-retto Chaga e Coriolus, prescritti, secondo i principi della diagnosi energetica differenziata, insieme a: 1. SAT-terapia con cistifellea, fegato, tessuto intestinale, gangli linfatici, pancreas, pelle, polmone, rene, sistema reticolo endoteliale 2. terapie immunitarie con preparati di vischio del melo o della quercia 3. terapie di controllo dello stress con crataegus oxyacantha, folato, magnesio, passiflora incarnata, vitamina B6, vitamina B1 Carcinoma esofageo Coriolus, prescritto, secondo i principi della diagnosi energetica differenziata, insieme a: 1. SAT-terapia con epitelio malpighiano 2. terapie immunitarie con preparati di vischio del melo o della quercia 3. terapie di controllo dello stress con crataegus oxyacantha, folato, magnesio, passiflora incarnata, vitamina B6, vitamina B1 Carcinoma del fegato ABM, Phellinus, Maitake e Polyporus, prescritti, secondo i principi della diagnosi energetica differenziata, insieme a: 1. SAT-terapia con fegato 2. terapie immunitarie con preparati di vischio del melo o della quercia 3. terapie di controllo dello stress con crataegus oxyacantha, folato, magnesio, passiflora incarnata, vitamina B6, vitamina B1 Carcinoma mammario Coprino, Coriolus, Maiteke e Shitake, prescritti, secondo i principi della diagnosi energetica differenziata, insieme a: 1. SAT-terapia con tessuto connettivo 2. terapie immunitarie con preparati di vischio del melo o del pino 3. terapie di controllo dello stress con crataegus oxyacantha, folato, magnesio, passiflora incarnata, vitamina B6, vitamina B1 Osteo-sarcoma Maitake, prescritto, secondo i principi della diagnosi energetica differenziata, insieme a: 1. SAT-terapia con tessuto osseo e ghiandole paratiroidi 2. terapie immunitarie con preparati di vischio del melo o del pino 3. terapie di controllo dello stress con crataegus oxyacantha, folato, magnesio, passiflora incarnata, vitamina B6, vitamina B1 Carcinoma ovarico ABM, Coprino e Coriolus, prescritto, secondo i principi della diagnosi energetica differenziata, insieme a: 1. SAT-terapia con ovaie, utero, epitelio di Malpighi 2. terapie immunitarie con preparati di vischio del melo 3. terapie di controllo dello stress con crataegus oxyacantha, folato, magnesio, passiflora incarnata, vitamina B6, vitamina B1 Carcinoma del pancreas Coriolus e Shitake, prescritti, secondo i principi della diagnosi energetica differenziata, insieme a: 1. SAT-terapia con duodeno, vescicola biliare, pancreas e fegato 2. terapie immunitarie con preparati di vischio del melo o della quercia 3. terapie di controllo dello stress con crataegus oxyacantha, folato, magnesio, passiflora incarnata, vitamina B6, vitamina B1 Cancro polmonare Cordyceps, Coriolus e Maitake, prescritti, secondo i principi della diagnosi energetica differenziata, insieme a: 1. SAT-terapia con polmoni e bronchi 2. terapie immunitarie con preparati di vischio della quercia o del pino 3. terapie di controllo dello stress con crataegus oxyacantha, folato, magnesio, passiflora incarnata, vitamina B6, vitamina B1 Carcinoma prostatico Coprino, Ganoderma e Maitake, prescritto, secondo i principi della diagnosi energetica differenziata, insieme a: 1. SAT-terapia con prostata 2. terapie immunitarie con preparati di vischio della quercia 3. terapie di controllo dello stress con crataegus oxyacantha, folato, magnesio, passiflora incarnata, vitamina B6, vitamina B1 Adenocarcinoma gastrico Coriolus, Hericium e Shitake, prescritto, secondo i principi della diagnosi energetica differenziata, insieme a: 1. SAT-terapia con stomaco 2. terapie immunitarie con preparati di vischio del melo o della quercia 3. terapie di controllo dello stress con crataegus oxyacantha, folato, magnesio, passiflora incarnata, vitamina B6, vitamina B1 Carcinoma del testicolo Coriolus e Maitake, prescritto, secondo i principi della diagnosi energetica differenziata, insieme a: 1. SAT-terapia con testicolo, prostata, ipofisi anteriore 2. terapie immunitarie con preparati di vischio della quercia 3. terapie di controllo dello stress con crataegus oxyacantha, folato, magnesio, passiflora incarnata, vitamina B6, vitamina B1 Carcinoma del corpo dell’utero Coriolus e Fomes, prescritti, secondo i principi della diagnosi energetica differenziata, insieme a: 1. SAT-terapia con ovaie, utero, epitelio di Malpighi 2. terapie immunitarie con preparati del vischio del melo 3. terapie di controllo dello stress con crataegus oxyacantha, folato, magnesio, passiflora incarnata, vitamina B6, vitamina B1
Leggi
File
I funghi officinali nella cura dei malati di cancro, 2° parte
I funghi officinali nella cura dei malati di cancro, 2° parte
 I funghi officinali nella cura dei malati di cancro Fomes • Regno: Fungi; Divisione: Basidiomycota; Classe: Basidiomycetes; Ordine: Polyporales; Famiglia: Polyporaceae; Genere: Fomes; Specie: Fomes fomentarius Il fungo Fomes, del quale viene utilizzato lo sporophorum, ha, come indicazione dominante condidosi, herpes simplex, infezioni e influenza, è utile nella terapia complementare del cancro esofageo, gastrico, polmonare e uterino, nelle artriti, nei dolori articolari, nelle gastriti croniche e nei sanguinamenti. Non solo nore controindicazioni al suo uso. Ganoderma • Regno: Fungi; Divisione: Basidiomycota; Classe: Agaricomycetes; Ordine: Polyporales; Famiglia: Ganodermataceae; Genere: Ganoderma; Specie: Ganoderma lucidum Il fungo Ganoderma, del quale viene utilizzato il fungus, avendo, come indicazione dominante, gli squilibri immunitari, è utile nella terapia complementare del cancro colo-rettale, nasofaringeo, polmonare e prostatico, nelle allergie, nell’artrite reumatoide, nell’astenia, nell’epatite B, nelle gastroenteriti, nella leucopenia e nei disturbi legati all’altitudine, ma anche nell’asma, nei disturbi prostatici e urinari, nell’ipertensione e nell’ipertrigliceridemia. Non deve essere assunto contemporaneamente ad anticoagulanti e antipertensivi. Maitake • Regno: Fungi; Divisione: Basidiomycota; Classe: Homobasidiomycetes; Ordine: Polyporales; Famiglia: Meripilaceae; Genere: Grifola; Specie: Grifola frondosa Il fungo Maitake, del quale viene utilizzato il corpo fruttifero, e che ha, come indicazione dominante, la sindrome metabolica, è indicato nella terapia complementare del cancro epatico, mammario, polmonare e prostatico, nel diabete di tipo 1, nell’HIV, nelle infezioni post-operatorie, nelle mielodisplasie e nell’ovaio policistico, ma anche nell’ipertensione. È controindicato nell’ipoglicemia grave. Orecchione • Regno: Fungi; Divisione: Basidiomycota; Classe: Agaricomycetes; Ordine: Agaricales; Famiglia: Pleurotaceae; Genere: Pleorotus; Specie: Pleurotus ostreatus Il fungo Orecchione, del quale viene utilizzato il corpo fruttifero, e che ha, come indicazione dominante, l’ipercolesterolemia, è indicato nell’arteriosclerosi, nella terapia complementare dei tumori del colon-retto e della mammella, nella debolezza tendinea, nella lombalgia e nella sindrome metabolica, come pure nelle infezioni batteriche, nell’ipertensione enell’obesità. È controindicato nelle persone che assumono statine. Phellinus • Regno: Fungi; Divisione: Basydiomycota; Classe: Agaricomycetes; Ordine: Hymenochaetales; Famiglia: Hymenochaetaceae; Genere: Phellinus; Specie: Phellinus igniarius Il fungo Phellinus, del quale viene utilizzato lo sporophorum, e che ha, come indicazione dominante, le malattie degenerative del sistema nervoso, è indicato nella terapia complementare dei tumori del fegato, dei polmoni e della stomaco, nei dolori addominali, nelle epatopatie e nell’influenza, come pure nella disbiosi intestinale. Non sono note controindicazioni. Polyporus • Regno: Fungi; Divisione: Basidiomycota; Classe: Basidiomycetes; Ordine: Polyporales; Famiglia: Polyporaceae; Genere: Polyporus; Specie: Polyporus umbrellatus Il fungo Polyporus, del quale viene utilizzato il corpo fruttiforo, e che ha, come indicazione dominante, le difficoltà urinarie, la nefrite e il ristagno di linfa e liquidi, è indicato nella terapia complementare del cancro epatico, polmonare e della vescica, nell’ascite epatica, nella cirrosi, nell’intossicazione da metalli pesante, nella leucemia e nella prostatite, ma anche nell’alopecia, nella Chlamidia trachomatis, nelle epatiti, nella leucorrea e in caso di malaria. È contrindicato in caso di ipersensibilità al fungo. Poria pocos • Regno: Fungi; Divisione: Basidiomycota; Classe: Agaricomyceta; Ordine: Polyporales; Famiglia: Formitopsidaceae; Genere: Wolfiporia; Specie: Wolfiporia extensa Il fungo Poria cocos, del quale viene utilizzato lo sclerozio, e che ha, come indicazione dominante, gli edemi, la ritenzione idrica e la nefrosi, viene prescritto nelle convalescenze e in caso di depressione, dermatiti, fibromi uterini e psoriasi, ma anche in caso di artrite reumatoide e insonnia. È contrindicato in caso di allattamento, gravidanza e poliuria. Shitake • Regno: Fungi; Divisione: Basidiomycota; Classe: Agaricomycetes; Ordine: Agaricales; Famiglia: Omphalotaceae; Genere: Lentinula; Specie: Lentinus edodes Il fungo Cordyceps, del quale viene utilizzato il fungus, che ha, come indicazione dominante, la terapia complementare del cancro e gli squilibri immunitari, ed è utile nella candidosi, nelle epatiti, nell’herpes simplex, nell’HIV, nell’influenza, nell’ipercolesterolemia, e nelle stomatiti, ha, come indicazioni secondarie, bronchite, carie dentarie e ipertensione. Non sono note controindicazioni. Hericium • Regno: Fungi; Divisione: Basidiomycota; Classe: Agaricomycetes; Ordine: Russulates; Famiglia: Hericiaceae; Genere: Hericium; Specie: Ericium erinaceus Il fungo Hericium, del quale viene utilizzato lo sporophorum, che ha, come indicazione dominante, ansia, depressione, demenza senile, disturbi cognitivi, neuropatie, perdita di memoria, Parkinson e sclerosi multipla, è indicato nella terapia complementare del cancro del colon-retto, cutaneo, esofageo e gastrico, nelle gastriti croniche e nell’ulcera duodenale, ma anche in caso di allergie alimentari, candida, colite e disbiosi intestinale. Non sono note controindicazioni.
Leggi
File
I funghi officinali nella cura dei malati di cancro, 1° parte
I funghi officinali nella cura dei malati di cancro, 1° parte
 I funghi officinali nella cura dei malati di cancro Le cure del cancro guariscono sempre più persone, ma, nello stesso tempo, gli studi sulle persone sopravvissute al cancro hanno dimostrato che gli effetti secondari dei trattamenti persistono a distanza di 20-30 anni, riguardano capacità cognitive, fisico, rapporti psicosociali e capacità funzionali, esacerbano patologie coesistenti, aggravano malattie croniche di nuova insorgenza, determinano la comparsa di tumori secondari. Di qui la necessità di eseguire terapie complementari che, non solo, migliorino la qualità di vita, ma proteggano l’organismo dalle malattie iatrogene che possono insorgere anche a lunga distanza di tempo. È compito del medico scegliere, fra tutte le possibili terapie complementari, quelle più indicate alla cura della singola persona. Una delle possibili terapie complementari è la micoterapia, ossia la cura della persona con i funghi officinali. I funghi officinali, così come tutte le altre cure complementari, possono essere utili se associati alle cure del cancro, ma non possono mai sostituirsi ad esse Il fungo è, nel suo insieme, è una struttura complessa costituita da corpo fruttifero e micelio. Il corpo fruttifero, che è visibile all’occhio umano, è impiegato per scopi alimentari e medicinali ed è suddivide in cappello e gambo, quest’ultimo costituito, a sua volta, da ife, filamenti cellulari in cui scorre il protoplasma, che assorbono i nutrienti, secernono enzimi, e sono anche organi riproduttivi. Il micelio, spesso sotterraneo, composto da ife intrecciate, è la struttura vegetativa o substrato da cui origina il corpo fruttifero. Le lamelle, poste nella parte inferiore del capello, contengono le spore, che servono alla riproduzione: una volta in contatto con il terreno germinano micelio primario. Le capacità energetiche dei funghi, già note alla tradizione Taoista e poi la Medicina Tradizionale Cinese, sono state verificate dalla tecnologia oggi a nostra disposizione, che si basano sulla fisica quantistica e sulla teoria dei campi morfogenetici. Limitandoci all’uso dei funghi nelle terapie oncologiche possiamo notare che esistono preparazioni di funghi officinali che sono più indicate nel controllo di singole forme tumorali. Passiamo, ora, ad esaminare i singoli funghi utili in oncologia. ABM • Regno: Fungi; Divisione: Basidiomycata; Classe: Agaricomycetes; Ordine: Agaricales; Famiglia: Agaricacee; Genere: Agaricus; Specie: Agaricus brasiliensis, Blazei Murrill Il fungo ABM, del quale viene utilizzato lo sporoforum, determinando attivazione del complemento, ha una funzione soprattutto immunomodulante, ed è, quindi, indicato nei disturbi del sistema immunitario e nella medicina complementare dei tumori. Altre indicazioni sono allergie, diabete, epatite e infiammazioni silenti. Può essere utile anche in caso di aterosclerosi, ipercolesterolemia e ipertrigliceridemia. È controindicato nelle gravi epatopatie. Chaga • Regno: Fungi; Divisione: Basidiomycota; Classe: Agaricomycetes; Ordine: Hymenochaetales; Famiglia: Hymenochaetaceae; Genere: Inonotus; Specie: I. obliquus Il fungo Chaga, del quale viene utilizzato lo sclerotium, avendo, come indicazione dominante, la perdita dell’omeostasi tissutale, è principalmente indicato, come coadiuvante, in vari tipi di tumore (cervice uterina, colon, genitali, melanoma, stomaco), ma anche nel diabete, nell’eczema, nella gastrite, nell’herpes simplex, nell’HIV, nell’IBD e nell’influenza. È controindicato nel caso di assunzione di anticoagulanti e antidiabetici. Coriolus • Regno: Fungi; Divisione: Basidiomycota; Classe: Homobasidiomycetes; Ordine: Porinales; Famiglia: Poricaceae; Genere: Tremetes; Specie: Tremetes versicolor Il fungo Coriolus, del quale viene utilizzato lo sporoforum, ha, come indicazione dominante, la terapia complementare del cancro e le infezioni virali, ed è principalmente indicato, nei tumori di colon-retto, mammella, naso-faringe, polmone, stomaco, sarcomi e utero, nelle epatiti, nell’EBV, nell’HPV, ma anche nell’endometriosi e nello shock settico. È controindicato a chi assume di immunosoppressori, ha subito trapianti di midollo osseo e/0 d’organo, ha patologie autoimmuni. Coprino • Regno: Fungi; Divisione: Basidiomycota; Classe: Agaricomycetes; Ordine: Agaricales; Famiglia: Agaricaceae; Genere: Coprinus; Specie: Coprinus comatus Il fungo Coprino, del quale viene utilizzato lo sclerotium, e che ha, come indicazione dominante, il diabete 1 e 2 e la sindrome metabolica, è utile nella terapia complementare del cancro mammario, ovarico e prostatico, in alcuni sarcomi, nelle infezioni da batteri Gram+, e riduce il gonfiore e il peso corporeo legati all’assunzione di carboidrati. Nei soggetti diabetici è indispensabile monitorare i valori della glicemia Cordyceps • Regno: Fungi; Divisione: Ascomycota; Classe: Sargariomycetes; Ordine: Hypocreales; Famiglia: Clavicipitaceae; Genere: Cordyceps; Specie: Cordyceps sinensis Il fungo Cordyceps, del quale viene utilizzato il fungus, ha, come indicazione dominante, disfunzione erettile, impotenza e stress, è utile nella terapia complementare del cancro epatico e polmonare, nelle leucemie, nei linfomi, nelle bronchiti croniche, nel diabete, nell’HIV, nell’insufficienza cardiaca e nell’ipercolesterolemia, nella cirrosi, nelle epatiti, nella steatosi epatica e nell’insufficienza renale. È controindicato nei soggetti affetti da cancro ormonodipendente
Leggi
File

Informazioni sullo studio

Dott. Giuseppe Fariselli

Oncologia

Ulteriori dettagliContattami

Questo sito non deve essere utilizzato in sostituzione delle visite mediche.