Ai contenuti

Chi Sono e Cosa Faccio

La Cura del Dolore

La Cura del Dolore

La Cura del Dolore

 Cos'è la medicina del dolore? La risposta terapeutica al dolore non è la semplice prescrizione di un analgesico ma il riconoscimento del meccanismo che lo produce e la scelta della terapia per contrastarlo: per questo la cura del dolore va affidata a medici specializzati: gli algologi. La medicina del dolore (terapia del dolore o algologia) è la disciplina medica specialistica che ha per obiettivo lo studio dei meccanismi che producono il dolore, il riconoscimento delle sue cause, la scelta e l’applicazione delle terapie per eliminarlo. Il medico specialista che si occupa della medicina del dolore è il medico del dolore, più correttamente definito algologo.


Cos'è la medicina del dolore?

Cos'è la medicina del dolore? La risposta terapeutica al dolore non è la semplice prescrizione di un analgesico ma il riconoscimento del meccanismo che lo produce e la scelta della giusta terapia per contrastarlo. La medicina del dolore (terapia del dolore o algologia) è la disciplina medica specialistica che ha per obiettivo lo studio dei meccanismi che producono il dolore, il riconoscimento delle sue cause, la scelta e l’applicazione delle terapie per eliminarlo. Il medico specialista che si occupa della medicina del dolore è il medico del dolore, più correttamente definito algologo.

 

 

A quali pazienti si rivolge?

E’ corretto affermare che ogni paziente che soffre per un dolore persistente o che non è controllabile con i comuni farmaci antiinfiammatori o analgesici può avere beneficio da un trattamento specialistico.

Molti dei pazienti che si rivolgono allo Specialista in Medicina del Dolore sono affetti da dolore articolare, lombosciatalgie persistenti ma anche cervicoalgie, cervicobrachialgie, dolore neuropatico o da causa vascolare oppure cefalea.

Tutti questi pazienti possono avere beneficio da trattamenti farmacologici, infiltrativi o procedure  interventistiche non-chirurgiche volte al controllo della sintomatologia, in modo da trovare sollievo dal dolore e poter riprendere le comuni attività giornaliere.

 

 

Quali Patologie tratta?

Dolore a carico della colonna vertebrale:

  • Lombalgia
  • Lombosciatalgia (sciatica)
  • Cervicoalgia (dolore al collo)
  • Cervicobrachialgia
  • Cefalee causate da problemi cervicali

 Dolori Articolari

  • Dolori a carico della  spalla, ginocchio, anca, piccole articolazioni delle mani e piedi

 Dolore Neuropatico:

  • Nevralgie della testa e faccia (trigeminale)
  • Nevralgie post-Herpetiche (fuoco di Sant’Antonio)
  • Dolore neuropatico nel paziente diabetico

 Dolore Vascolare

  • In pazienti che soffrono per problemi circolatori da arteriosclerosi o altre malattie vascolari o diabete soprattutto a livello delle gambe

 Cefalee

 

Quali sono i trattamenti utilizzati?

Ogni paziente ed ogni patologia ricevono il trattamento più indicato in considerazione del tipo di dolore, delle  eventuali altre malattie di cui soffre il paziente stesso e che possono indicare o controindicare alcune terapie rispetto ad altre.

 

Terapia farmacologica:

Si basa sull’utilizzo di farmaci antiinfiammatori, farmaci analgesici e su altri farmaci comunemente definiti come “adiuvanti” cioè che potenziano l’azione dei farmaci analgesici e ne migliorano l’efficacia .

 

Tecniche infiltrative:

Sono utilizzate soprattutto nel trattamento del dolore articolare e a provenienza dalla colonna. Sono spesso eseguite sotto controllo ecografico e con l’iniezione di diversi farmaci svolgono sia una azione curativa verso il dolore che verso la causa che lo ha provocato

 

 

Ognuno di questi farmaci è utilizzato in base al quadro clinico del paziente:

 

Infiltrazioni articolari (Anca, Spalla, Ginocchio):

  • Acido Ialuronico
  • Cortisonici
  • Anestetico locale
  • Ossigeno-Ozono

 

Infiltrazioni a livello della colonna vertebrale:

Possono essere mirate a livello delle articolazioni vertebrali (faccette articolari), a livello dei Nervi che fuoriescono dalla colonna (infiltrazioni paravertebrali o periradicolari) oppure all’interno del canale vertebrale (infiltrazioni epidurali). Anche in questo caso possono essere utilizzati farmaci diversi:

  • Cortisonici
  • Anestetico locale
  • Ossigeno-Ozono

 

Tecniche Interventistiche non-chiurgiche.

Sono riservate a quei pazienti che soffrono di dolore che non è controllabile con terapia farmacologica o metodiche ambulatoriali.Vengono eseguite in regime di ricovero e con l’utilizzo di apparecchiatura radiologica o TAC :

 

Trattamento non-chiurgico dell’ernia discale:

  • Discolisi con Ossigeno-Ozono
  • Decompressione discale

 

Trattamenti peridurali per lombosciatalgie croniche:

  • Epidurolisi (per ridurre l’infiammazione del nervo)
  • Applicazione di Radiofrequenza pulsata sulle radici nervose per ridurre la capacità de nervo di trasmettere il dolore
  • Impianto di neurostimolatori spinali o di pompe per la somministrazione spinale di farmaci, utilizzati in casi di dolore grave non controllabile con terapie convenzionali.

 

Trattamenti di neurolesione:

  • Neurolesione del trigemino con radiofrequenza per nevralgie trigeminali
  • Neurolisi del plesso celiaco per dolori addominali

 

dettagli riguardo alle singole tecniche sono disponibili negli specifici capitoli del sito o di www.medicinadeldolore.org

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Creato da:  Dott. Marco La Grua

Data pubblicazione:   11/07/10
Data di modifica:  06/05/13
 
 

Informazioni sullo studio

Dott. Marco La Grua

Master in Terapia del Dolore

Ulteriori dettagliContattami

Questo sito non deve essere utilizzato in sostituzione delle visite mediche.