Ai contenuti

Dr. Massimiliano Bellisario - Medico di Famiglia

Una mela al giorno...

Viaggi e tempo libero

Le condizioni meteorologiche hanno un'influenza sui dolori reumatici?

Le condizioni meteorologiche hanno un'influenza sui dolori reumatici?

Di solito il meteo viene ritenuto responsabile dell'intensificazione dei dolori reumatici. Anche se spesso si tratta solo di luoghi comuni, alcune affermazioni sono vere.

Soffro di reumatismi e ho la sensazione che i miei dolori aumentino quando cambia il tempo.

Non esistono motivazioni oggettive per cui il cambiamento del tempo dovrebbe influire sulle articolazioni. Le variazioni della pressione atmosferica sono troppo lievi per essere effettivamente percepite a livello delle articolazioni. Anche le variazioni del tasso di umidità nell'aria (igrometria) non hanno un'influenza diretta sui dolori reumatici. Tuttavia, non è anormale che i dolori si intensifichino in caso di pioggia. Quando fa brutto tempo, ci si muove di meno. Si tende a rimanere in casa, le articolazioni rimangono inattive e quindi sono più sensibili e doloranti quando vengono sollecitate.

Ho la sensazione che i miei dolori reumatici migliorino in estate e peggiorino in inverno.

In estate si è generalmente più attivi rispetto ai mesi invernali. Si trascorre più tempo all'aperto, si fa più movimento. In breve, facciamo più attività fisica d'estate rispetto all'inverno. E l''attività fisica apporta benefici. Rafforza i muscoli e migliora il rinnovamento osseo. Diminuisce la sensazione di dolore. E quindi i dolori reumatici si riducono. Inoltre, il calore ha un effetto antidolorifico diretto sui muscoli. Al contrario, nei mesi freddi o nei giorni piovosi, la sedentarietà e la scarsa attività fisica fanno inceppare le articolazioni. I muscoli s'impigriscono. I movimenti richiedono più sforzo e diventano più dolorosi.

Dicono che il sole fa bene alle ossa.

Il sole è essenziale per le ossa. I raggi del sole sulla pelle permettono all'organismo di sintetizzare la vitamina D. Questa vitamina consente l'assorbimento del calcio, un minerale indispensabile per garantire la rigidità delle ossa. Per questo motivo è importante esporre alla luce del sole una superficie del corpo abbastanza estesa: mani, viso, braccia.


Con cautela però: in estate, l'esposizione prolungata in pieno sole nelle ore della giornata in cui il sole è più alto (tra le 12 e le 16) è dannosa per la pelle. In questi orari è sufficiente stare all'ombra poiché la pelle è comunque esposta alla luce riflessa del sole. Le persone anziane hanno una capacità di sintesi della vitamina D fortemente ridotta e spesso necessitano di un apporto supplementare di vitamina D, come potrà confermare un semplice esame del sangue (dosaggio della vitamina D).

Esistono degli studi in materia?

Numerosi fenomeni meteorologici possono influire sul comportamento o sull'umore delle persone (pressione atmosferica, igrometria, velocità del vento, soleggiamento, temperatura, ecc.).
Sono stati effettuati anche alcuni studi scientifici in materia, che tuttavia non hanno evidenziato un legame diretto tra i parametri meteorologici e i dolori artrosici. D'altra parte, alcuni studi hanno rilevato un possibile collegamento tra il meteo e reumatismi infiammatori come la poliartrite reumatoide. In generale, tuttavia, nessuna pubblicazione scientifica ha mai dimostrato un'associazione evidente tra gli elementi fisici della natura e i dolori reumatici.

 L'influenza diretta delle condizioni meteorologiche sui dolori reumatici non è mai stata dimostrata. Al contrario, indipendentemente dal tempo, per prevenire la comparsa dei dolori è essenziale svolgere quotidianamente un'attività fisica sufficiente a conservare il capitale muscolare, articolare ed osseo.

Redazione a cura di "Malice & Co. (Francia). Revisione a cura del Dott. Fabio Pilato.
Ultima revisione settembre 2011.

Data pubblicazione:   10/10/11
 
 

Informazioni sullo studio

Dott. Massimiliano Bellisario

Medico di Famiglia

    Numeri di assistenza e di emergenza

    Continuità Assistenziale (ex Guardia Medica): 0353535

    Emergenza Sanitaria112

    Clicca qui per ulteriori informazioni

    Questo sito non deve essere utilizzato in sostituzione delle visite mediche.