Ai contenuti

Prevenzione Personale

Prevenzione della patologia

Infezione da HIV: comprendere gli obiettivi del trattamento

Infezione da HIV: comprendere gli obiettivi del trattamento

Il trattamento è stato scelto in funzione dei suoi parametri biologici e risponde a più obiettivi finalizzati a migliorare la sua vita quotidiana e ad allungare la sua aspettativa di vita.


Come funziona il trattamento?

Oggigiorno i farmaci aumentano notevolmente l'aspettativa di vita. Sono molto efficaci, meglio tollerati e più semplici da assumere.

Grazie al forte impulso della ricerca medica, si dispone di quattro classi di farmaci contro l'infezione da HIV, chiamati “antiretrovirali”. Alcune di queste classi sono composte da più famiglie di farmaci antiretrovirali.

Queste quattro classi forniscono un'azione specifica sulla penetrazione del virus e sulla sua replicazione all'interno della cellula, anche detta “moltiplicazione”. Il loro utilizzo ha permesso di migliorare le prestazioni della terapia in tutti gli stadi della malattia.

Il trattamento che le è stato prescritto è stato scelto prima di tutto in funzione della sua carica virale (quantità di virus presente nel sangue) e della sua immunità (tasso di linfociti T CD4).

Il trattamento mira a ridurre la carica virale

Blocca la moltiplicazione del virus.

Esso offre le migliori probabilità di abbassare a meno di 40 copie/ml la sua carica virale, e il prima possibile (da 1 a 3 mesi). È per questo che è fondamentale che questo trattamento sia ben compreso, ben tollerato e ben accettato.

Il trattamento permette di ripristinare il sistema immunitario

La lotta contro la moltiplicazione del virus consente il ripristino del sistema immunitario.

Il trattamento deve impedire al virus di resistere

La riduzione massima della replicazione del virus favorisce un effetto durevole dei farmaci antiretrovirali.

Permette di evitare che il virus sviluppi una resistenza al farmaco.

Il trattamento scelto deve essere tollerato al meglio

Viene scelto anche in funzione della sua buona tolleranza, a breve e a lungo termine, e della sua semplice assunzione.

È adatto al suo stile di vita.

Sul buon impiego
Rispetti esattamente le dosi e il planning orario di assunzione.
Per qualsiasi difficoltà: assunzione, orari, comparsa di disturbi, di problemi personali... non esiti a parlarne con l'equipe medica o a rivolgersi ai gruppi di discussione spesso proposti dalle associazioni di pazienti.
La migliore adesione possibile al trattamento ne garantisce la massima efficacia.

Redazione a cura di "Malice & Co. (Francia)". Traduzione e revisione a cura del Dott. Fabio Pilato.

Data pubblicazione:   28/12/19
Data di modifica:  22/04/14
 
 

Informazioni sullo studio

Prof. Antonio Aversa

Endocrinologia e malattie del metabolismo: indirizzo Andrologia

Ulteriori dettagliTariffario

Documenti correlati

Mi proteggo contro le infezioni sessualmente trasmissibili
Mi proteggo contro le infezioni sessualmente trasmissibili
Queste malattie sono sempre attuali, con una netta recrudescenza per le persone infette da HIV in ragione di comportamenti a rischio. L'immunodepressione dei pazienti li rende più vulnerabili: le IST (infezioni sessualmente trasmissibili) sono più gravi. Il miglior mezzo per proteggersi è la prevenzione.
Leggi
Testo
Conoscere le 3 fasi dell’evoluzione naturale dell’infezione da HIV
Conoscere le 3 fasi dell’evoluzione naturale dell’infezione da HIV
L’HIV (il virus dell’immunodeficienza umana) infetta le cellule deputate alla difesa immunitaria dell’organismo, chiamate linfociti CD4. In assenza di trattamento, tale infezione evolve in 3 fasi successive. Di seguito viene illustrata l’evoluzione naturale della patologia in assenza di trattamento dell’infezione da HIV.
Leggi
Testo


Questo sito non deve essere utilizzato in sostituzione delle visite mediche.