Ai contenuti

Guida medica personale

La patologia

Ho il gozzo, so cos’è

Ho il gozzo, so cos’è

Il termine gozzo descrive un aumento del volume della tiroide che può interessare l'intera ghiandola (si parla in tal caso di gozzo diffuso) o soltanto zone limitate (si parla allora di gozzo nodulare). Il gozzo diffuso è frequente nelle regioni carenti di iodio.


Che cos'è il gozzo?

Il termine gozzo descrive un aumento del volume della tiroide che può interessare l'intera ghiandola (si parla in tal caso di gozzo diffuso) o soltanto zone limitate (si parla allora di gozzo nodulare).  Il gozzo diffuso è frequente nelle regioni carenti di iodio.
Il gozzo può accompagnarsi a disturbi del funzionamento (ipo o ipertiroidismo) o essere isolato (gozzo semplice senza disturbi della secrezione tiroidea, frequente nella donna e influenzata da episodi del ciclo riproduttivo).
Talvolta, la tiroide può risultare dolorante o sensibile.

Ho il gozzo, so cos’è

Ho il gozzo, so cos’è


A che cosa è dovuto il gozzo?

La causa più frequente del gozzo è una carenza alimentare di iodio. Il consumo regolare di crocifere come il cavolo, il cavolfiore, le radici, i ravanelli, le rape e la soia può anch'esso favorire l'insorgenza del gozzo.
Infine, il gozzo si può manifestare in concomitanza con una gravidanza o determinate malattie infiammatorie ed immunitarie.

Come si evolverà il gozzo?

Spesso, il volume del gozzo resta moderato. In tal caso non pone alcun problema. Talvolta, il gozzo aumenta e diminuisce di volume in caso di stress o di emozioni, o nel corso di episodi del ciclo riproduttivo (mestruazioni, gravidanza).
Se diventa voluminoso (in casi rari), può comprimere gli organi adiacenti e comportare un cambiamento della voce, che diventa rauca, oppure disturbi della respirazione o della deglutizione.
In determinati casi può accompagnarsi a modifiche della secrezione ormonale (ipo o ipertiroidismo).

Qual è la cura per il gozzo?

La cura del gozzo dipende dalla sua natura ed evoluzione. In assenza di manifestazioni cliniche, raramente è necessario intraprendere una cura.
In caso di carenza di iodio, il trattamento consiste in una cura di ioduro di potassio per ridurre il volume del gozzo. Alcuni medici propongono un trattamento con ormoni tiroidei per mettere a riposo la ghiandola tiroidea.
L'ablazione chirurgica della ghiandola viene proposta solo per determinati gozzi voluminosi o i cui noduli hanno tendenza ad ingrossare.

Redazione a cura di "Malice & Co. (Francia). Revisione a cura del Dott. Fabio Pilato. Ultima revisione Dicembre 2010.

Data pubblicazione:   24/03/11
 
 

Informazioni sullo studio

Prof. Antonio Aversa

Endocrinologia e malattie del metabolismo: indirizzo Andrologia

Ulteriori dettagliTariffario

Documenti correlati

Mi informo sulle disfunzioni tiroidee
Mi informo sulle disfunzioni tiroidee
È una piccola ghiandola che va da 10 a 20 g, che misura da 4 a 6 cm di altezza e 4 cm di larghezza, a forma di farfalla, situata alla base del collo, e in contatto diretto con la trachea su cui poggia.
Leggi
Testo
La mia tiroide non funziona bene, comprendo le cause
La mia tiroide non funziona bene, comprendo le cause
Il monitoraggio di un disturbo funzionale della tiroide si basa sul dosaggio degli ormoni tiroidei, soprattutto il TSH. Affinché detti risultati siano i più affidabili possibili, è importante realizzare sempre tale dosaggio nello stesso momento della giornata e nello stesso laboratorio d'analisi.
Leggi
Testo
Quali esami sono utili per la mia tiroide?
Quali esami sono utili per la mia tiroide?
La palpazione è la base dell'esame della tiroide. Quest'ultima è palpabile solo in caso di disfunzione. La tiroide è una piccola ghiandola mobile situata alla base del collo. Quando è palpabile, la si sente risalire nel momento in cui si ingoia la saliva (operazione nota come deglutizione). La palpazione fornisce informazioni precise sulla consistenza (dura o no), la sensibilità (dolorosa o no), i contorni (regolari o no), la presenza di noduli (grumi o no). La stessa consente di esaminare molto semplicemente un gran numero di malattie della tiroide, come il gozzo, che corrisponde ad un aumento del volume della tiroide, o la presenza di noduli.
Leggi
Testo


Questo sito non deve essere utilizzato in sostituzione delle visite mediche.