Ai contenuti

Guida medica personale

La patologia

Colite ulcerosa: una malattia infiammatoria intestinale

Colite ulcerosa: una malattia infiammatoria intestinale

La colite ulcerosa è una delle due malattie infiammatorie intestinali più note. Si presenta spesso sotto forma di fasi attive. I sintomi caratteristici sono diarrea e dolori.


Che cos’è la colite ulcerosa?

La colite ulcerosa è una malattia infiammatoria intestinale. Si tratta di una malattia prevalentemente localizzata nella zona dell’intestino crasso. Spesso la malattia si presenta in fasi attive, vale a dire le persone che ne soffrono presentano periodi di totale assenza dei disturbi seguiti da fasi attive caratterizzate da diarrea intensa e dolori. La malattia può influenzare molto negativamente la qualità della vita delle persone che ne sono affette. I pazienti in genere cercano la toilette più vicina e spesso non si azzardano nemmeno ad uscire di casa.

 

Cause

La colite ulcerosa è una malattia immunitaria, un disturbo nel modo in cui l’organismo reagisce per difendersi. È presente una storia familiare, il che fa presupporre una predisposizione genetica del paziente. Tuttavia, ciò non significa che i figli delle persone che ne soffrono debbano necessariamente presentare anch’essi la malattia.

In base alla predisposizione genetica, possono essere più rilevanti i fattori esterni (come p. es. i batteri) oppure la funzionalità inadeguata della barriera costituita dalla mucosa intestinale (fattori interni).

 

Frequenza

Si stima che il numero delle persone che ne soffrono sia di circa 130.000 pazienti in Italia, ai quali si aggiungono circa 4000 nuovi pazienti ogni anno. I pazienti più giovani soffrono già dei primi sintomi all’età di 30 anni.

 

Decorso

Si tratta di una malattia cronica, che dopo la prima comparsa è presente per tutta la vita. Infatti si presenta ripetutamente sotto forma di fasi attive in cui l’infiammazione si attenua e scompare momentaneamente per poi ripresentarsi all’improvviso. In rari casi, i sintomi sono presenti in modo continuativo. Vi sono pazienti che hanno solo qualche leggero disturbo intervallato da lunghe pause. Altri pazienti presentano violente scariche di diarrea, ma negli intervalli fra un episodio infiammatorio e l’altro non presentano alcun disturbo.  

 

In alcuni casi, come complicanza può manifestarsi il cancro dell’intestino crasso. In Germania, tuttavia, in linea di massima è diventato più raro. Nuove ricerche evidenziano che, nei pazienti con colite ulcerosa, il rischio di cancro all’intestino crasso è più elevato rispetto a quello dei pazienti che non ne sono affetti soltanto di 2-3 volte, mentre prima questo rischio era molto più alto.

 

Trattamento

Gli obiettivi del trattamento della colite ulcerosa sono:

  • Bloccare l’infiammazione a lungo termine
  • Ridurre le fasi attive di malattia
  • Mantenere la capacità lavorativa
  • Salvaguardare la partecipazione alla vita sociale.

 

Per il trattamento di questa malattia vengono impiegati come prima scelta i preparati contenenti 5–ASA e, da alcuni anni, i farmaci biologici. Questi ultimi vengono somministrati mediante fleboclisi o iniezione. In molti pazienti, dopo un trattamento di 6-12 mesi, si registra una recessione della malattia e dei disturbi.

 

È importante un regolare monitoraggio per la prevenzione del cancro che dovrebbe essere pianificato in collaborazione tra il medico e il paziente.

 

La colite ulcerosa è una malattia infiammatoria dell’intestino che si manifesta con frequente diarrea e dolori. La malattia può influire notevolmente sulla qualità della vita del paziente. Oggi il trattamento è possibile grazie a diverse sostanze, fra le quali i nuovi farmaci biologici.

 

Redazione a cura di "KWHC GmbH” (Germania). Revisione: Paolo Spriano, Medico di Medicina Generale, Milano. Ultima revisione giugno 2013.

Data pubblicazione:   28/06/13
 
 

Informazioni sullo studio

Dott. Rosario Di Leo

Medicina generale


Questo sito non deve essere utilizzato in sostituzione delle visite mediche.