Ai contenuti

Guida medica personale

Calcolatore stato di salute

Emicranie e ciclo ormonale

Emicranie e ciclo ormonale

L'emicrania colpisce per i due terzi le donne. Le variazioni ormonali femminili sono tra le cause dell'emicrania.


Come posso sapere se non si tratta invece di un semplice mal di testa?

L'emicrania è caratterizzata da dolori, spesso intensi, pulsanti, diffusi o localizzati su un solo lato del capo oppure concentrati attorno a un occhio ma non correlati con un'affezione.
Questi dolori possono essere associati ad altri sintomi come nausea, vomito, ipersensibilità alla luce o ai rumori.
Talvolta le crisi di emicrania sono precedute dal fenomeno dell'aura. Nell'emicrania con aura, il mal di testa è preceduto o talvolta accompagnato da una serie di disturbi. Si tratta principalmente di disturbi visivi (visione di punti luminosi), della sensibilità (formicolii agli arti) o del linguaggio (difficoltà di espressione).

Perché soffro di emicrania?

Mes migraines

Le emicranie possono seguire l'andamento della vita ormonale ossia apparire durante la pubertà, essere più marcate durante le mestruazioni, diminuire durante la gravidanza e scomparire con la menopausa.

Esiste una stretta correlazione tra la comparsa dell'emicrania e il ciclo ormonale.
Generalmente, le prime manifestazioni dell'emicrania si hanno durante la pubertà.
In seguito, le donne che soffrono di emicrania sono più sensibili a questo disturbo in alcuni periodi del ciclo mestruale.

In quale periodo si manifestano le crisi di emicrania?

Le crisi possono manifestarsi pochi giorni prima della comparsa delle mestruazioni, in tal caso si parla di emicrania catameniale. Queste crisi non sono più forti, ma vengono spesso percepite come tali perché chi ne soffre ne teme la comparsa in concomitanza con le mestruazioni.

I contraccettivi possono favorire questo disturbo?

La pillola contraccettiva minidose (a basso dosaggio) è generalmente ben tollerata.
Tuttavia, alcune donne potrebbero avere una tolleranza inferiore e le crisi potrebbero intensificarsi dopo l'inizio della terapia contraccettiva. In tal caso, il medico prescriverà una pillola diversa o un altro metodo anticoncezionale.
D'altra parte, i contraccettivi orali estroprogestinici possono essere controindicati per chi soffre di emicrania con aura, tenuto conto dell'aumento del rischio vascolare.
Per altre donne la pillola non influisce sull'emicrania, anzi in alcuni casi la situazione migliora.
Il medico vi consiglierà di non fumare se soffrite di emicrania, avete meno di 35 anni e prendete una pillola ad alto dosaggio. Inoltre, dovete monitorare la vostra pressione arteriosa.

Cosa accade in caso di gravidanza?

Le donne che soffrono di emicrania che desiderano avere un figlio devono parlarne con il proprio medico per ottenere consulenza terapeutica specifica.
In molti casi, il numero di crisi diminuisce nettamente durante la gravidanza.
In una bassa percentuale di casi, le emicranie persistono o si aggravano durante la gravidanza.

Tuttavia, dopo il parto, la frequenza delle emicranie può riprendere con la stessa intensità di prima della gravidanza.

Le emicranie scompaiono dopo la menopausa?

Le emicranie spesso aumentano con l'avvicinarsi della menopausa.
Dopo la menopausa, le donne che soffrivano di emicrania catameniale vedono le crisi diminuire se non addirittura scomparire.

Le emicranie possono scomparire da sole?

No. Per curare l'emicrania è necessario consultare il medico.
Tuttavia, nella maggior parte dei casi, le emicranie scompaiono con la menopausa.

Image005

Riuscirete a riconoscere i periodi correlati con la comparsa delle emicranie e quali sono i fattori scatenanti. Questi elementi guideranno il vostro medico nella scelta della terapia adeguata.

Esistono dei fattori aggravanti?

La privazione di cibo o sonno, alcuni alimenti come il cioccolato, l'alcol, i formaggi o i cibi che contengono glutammato di sodio (preparazioni alimentari industriali), l'esposizione a luce intensa o rumori forti, i cambiamenti climatici, lo stress e l'ansia sono tutti fattori che possono scatenare una crisi.

 

 L'emicrania non è inevitabile e può essere alleviata. Cercate di individuare i fattori scatenanti e i periodi in cui si verificano le crisi, quindi parlatene con il vostro medico. Sulla base delle informazioni da voi fornite, il vostro medico sarà in grado di prescrivervi un trattamento efficace per le crisi o persino una terapia a lungo termine.

Redazione a cura di "Malice & Co. (Francia). Revisione a cura del Dott. Fabio Pilato.
Ultima revisione settembre 2011.

Data pubblicazione:   10/10/11
 
 

Informazioni sullo studio

Dott. Silvestro Canzano

Endocrinologia

Ulteriori dettagliContattami

Documenti correlati

Emicrania: sintomatologia durante un attacco
Emicrania: sintomatologia durante un attacco
L’emicrania è caratterizzata da attacchi violenti cefalea, spesso unilaterali, pulsanti e lancinanti. Tipici dell’emicrania sono anche i sintomi associati : tra i sintomi più noti vi sono nausea e vomito, fotofobia e fonofobia, nonché uno stato d’animo negativo.
Leggi
Testo
Test di emicrania
Test di emicrania
Il mal di testa (o cefalea) è una delle forme più diffuse di dolore nella nostra società e colpisce milioni di persone ogni giorno. Il test rapido per la cefalea è stato sviluppato dal Prof. Hartmut Goebel, Direttore della Clinica del dolore presso il Centro di medicina neurologica e comportamentale di Kiel, in Germania, per aiutare i pazienti a individuare il tipo di mal di testa di cui soffrono.
Leggi
Calcolatore stato di salute


Questo sito non deve essere utilizzato in sostituzione delle visite mediche.