Ai contenuti

Guida medica personale

La patologia

Il tumore non è guaribile e diventa una malattia cronica: che fare

Il tumore non è guaribile e diventa una malattia cronica: che fare

Quando il tumore non è più guaribile allo stato attuale delle conoscenze mediche, ma il suo avanzamento è controllato, la malattia può essere considerata cronica.


Perché il mio medico ha parlato di cronicità?

Nonostante i trattamenti che ha seguito, la sua malattia non è stata debellata. Le visite mediche o gli esami biologici, radiologici o scintigrafici rivelano la persistenza di alcune anomalie. Sono ancora presenti delle cellule tumorali. Sebbene allo stato attuale delle conoscenze non è possibile prevedere una guarigione, è comunque possibile vivere con il tumore. Si parla allora di cronicità.

Continuerò a ricevere delle cure se il mio tumore non è guaribile?

Sì. Le cure proseguono, in quanto è possibile beneficiare dell'innovazione terapeutica attraverso nuovi trattamenti. La prosecuzione delle cure e il monitoraggio permettono di controllare l'avanzamento della sua malattia e di frenarne l’evoluzione rispettando la sua qualità di vita. I trattamenti previsti saranno continui o a cicli intervallati da periodi di monitoraggio. Se il suo tumore non è guaribile oggi, il progresso della ricerca scientifica potrebbe cambiare la sua situazione in futuro. In passato questo è stato dimostrato più volte.

Quanto tempo posso vivere con il tumore?

È impossibile rispondere con precisione a questa domanda. Ogni caso è diverso. Certe forme di tumore consentono ai malati di vivere per parecchi anni.

Il mio morale subisce alti e bassi: come posso affrontare la situazione?

È difficile vivere nell'incertezza. La cronicità della malattia implica un nuovo modo di concepire i trattamenti, la vita quotidiana e il futuro. Questo può indurre ansia e svilimento. Potrà esserle proposto un supporto psicologico sotto forma di visite psico-oncologiche o gruppi di discussione per incontrare altre persone malate, esprimere il suo vissuto, le sue difficoltà e scambiare esperienze. La cronicità del suo tumore può anche influire sulla sua vita professionale. L’equipe medica potrà sollecitare il servizio ospedaliero perché la accompagni attraverso procedimenti talvolta complicati, che necessitano di competenze tecniche: diritti, statuto sociale, aiuti... L'assistente sociale dell'ospedale potrà aiutarla a mettersi in contatto con l'amministrazione e gli operatori sociali del suo settore.

L’annuncio della cronicità della malattia cambia la percezione della malattia e della vita quotidiana. L’equipe medica è lì per aiutarla a superare questo nuovo scoglio nelle migliori condizioni possibili.

Redazione a cura di "Malice & Co. (Francia)". Traduzione e revisione a cura del Dott. Emilio Romanini.

Data pubblicazione:   30/04/10
 
 

Informazioni sullo studio

Dott. Silvano Gallo


Ulteriori dettagliContattami

Documenti correlati

So come si forma un tumore
So come si forma un tumore
Il cancro è la conseguenza di un'irregolarità del funzionamento di determinate cellule, che porta alla loro moltiplicazione in maniera anarchica.
Leggi
Testo
So come si svolge un'ecografia al seno
So come si svolge un'ecografia al seno
L’ecografia al seno può essere realizzata come esame integrativo per precisare la natura di un'anomalia rilevata attraverso la palpazione del seno, o di un'immagine sulla mammografia.
Leggi
Testo
Come si svolge una biopsia al seno
Come si svolge una biopsia al seno
La biopsia è un esame volto a precisare la natura di una lesione rilevata per mezzo della palpazione, di una mammografia o di un'ecografia.
Leggi
Testo


Questo sito non deve essere utilizzato in sostituzione delle visite mediche.