Ai contenuti

Consigli pratici

Vita familiare

Adottare tutte le specifiche misure per eliminare i pidocchi

Adottare tutte le specifiche misure per eliminare i pidocchi

La pediculosi del cuoio capelluto è una parassitosi molto contagiosa che dipende dalla presenza di un insetto, il pidocchio. Si tratta di un’affezione benigna che si manifesta con prurito forte e fastidioso per il bambino che ne è colpito.


Come agiscono i pidocchi?

I pidocchi sono insetti che misurano da 2 a 3 mm di lunghezza.
Si attaccano ai capelli grazie a pinze situate all'estremità delle loro zampette.
Resistono all’acqua.
Si nutrono del sangue che trovano nel cuoio capelluto.
I pidocchi possono vivere per due mesi.
La femmina depone fino a 10 uova, o lendini, al giorno.
La lendine si schiude dopo 7/10 giorni e diventa un pidocchio adulto in due settimane.

Come potrebbe prendere i pidocchi mio figlio?

Questa parassitosi non è sinonimo di cattiva igiene.
Il contagio avviene solo per contatto, perché i pidocchi non volano e non saltano.
Gli ambienti comuni sono il luogo in cui si propagano: asili, centri gioco, scuole.
Si prendono i pidocchi praticando sport, utilizzando la spazzola per i capelli o un cappello di un altro bambino.
Basta un breve contatto per esserne contagiati.

Come sapere se mio figlio ha i pidocchi?

Se si gratta, oppure se la scuola segnala le presenza di pediculosi, osservare con attenzione il cuoio capelluto.
Controllare in particolare la zona dietro le orecchie, le tempie e la nuca.
Le lendini sono ovali, lucide e misurano circa 1 mm.
Assomigliano a pellicine, ma difficilmente si staccano solo con l’aiuto della spazzola. Rimangono incollate al cuoio capelluto.
Sollevare i capelli nella zona delle tempie e soprattutto della nuca, perché le lendini solitamente si trovano in prossimità delle radici dei capelli. Controllare anche le spalle per vedere se ci sono brufoli o tracce di grattamento.

Quali misure devo adottare per curare mio figlio?

Verificate la presenza di lendini e di pidocchi tra gli altri membri della famiglia.
Utilizzare un pettine a denti molto fini per rimuovere i parassiti.
Acquistare una shampoo o un trattamento specifico in farmacia o richiederne la prescrizione al proprio medico curante.
Informare la scuola o l’asilo.
Lavare la biancheria del letto, i cappelli e i peluche in lavatrice con un ciclo lungo.
Il farmacista potrà inoltre consigliarvi prodotti antiparassitari specifici da spruzzare sugli abiti prima del lavaggio. Insistere sugli orli e colli delle camicie.

Quali precauzioni devo seguire per evitare che mio figlio prenda i pidocchi?

Sarà difficile evitare che vostro figlio prenda i pidocchi.
Informatelo di evitare di scambiarsi cappellini, foulard e sciarpe con altri bambini.
Controllate regolarmente il cuoio capelluto del bambino e degli altri membri della famiglia.
Spazzolate, pettinate e lavate regolarmente i capelli del bambino.
I pidocchi vivono nei capelli. Inoltre, i bambini che hanno capelli corti saranno un po’ meno soggetti al contagio.

Adottare tutte le specifiche misure per eliminare i pidocchi

Adottare tutte le specifiche misure per eliminare i pidocchi


Rispettare scrupolosamente la modalità d’uso dei prodotti prescritti.

Redazione a cura di "Malice & Co. (Francia). Revisione a cura del Dott. Fabio Pilato.
Ultima revisione Agosto 2010.

Data pubblicazione:   01/10/10
 
 

Informazioni sullo studio

Dott. Silvano Gallo


Ulteriori dettagliContattami



Questo sito non deve essere utilizzato in sostituzione delle visite mediche.