Ai contenuti

Consigli pratici

Prevenzione primaria

Conoscere la menopausa

Conoscere la menopausa

La menopausa corrisponde all’interruzione della secrezione ormonale da parte delle ovaie e si manifesta con la scomparsa delle mestruazioni. Questo periodo è vissuto in modo diverso dalle donne.


Quando sopraggiunge la menopausa?

La menopausa sopraggiunge in media verso i 50 anni. Le ovaie smettono progressivamente di secernere ormoni (estrogeni e progesterone), mentre aumentano i livelli di gonadotropine secrete dall’ipofisi. La menopausa non compare in modo brusco, ma è preceduta da un periodo di irregolarità del ciclo (pre-menopausa o peri-menopausa). La menopausa coincide con la scomparsa definitiva delle mestruazioni.

Quali sintomi avvertirò?

La menopausa è vissuta in modo diverso dalle donne, sia da un punto di vista psicologico che fisico.

Tra i sintomi vi possono essere vampate di calore, soprattutto la notte, affaticamento, disturbi dell’umore, secchezza cutanea e vaginale, disturbi del sonno, aumento ponderale (in media da 3 a 4 kg)...
I sintomi possono variare in termini di tipologia di manifestazione, durata e intensità e sono fastidiosi anche se non comportano rischi per la salute.

Ingrasserò?

L’aumento ponderale non è inevitabile in caso di menopausa, ma le alterazioni ormonali agiscono sulla distribuzione dei grassi.
In questo periodo, la massa grassa si accumula più frequentemente intorno alla vita.

La menopausa renderà le mie ossa più fragili?

La menopausa accelera la perdita ossea in quanto riduce la rigenerazione ossea. Il rischio di osteoporosi esiste, ma può essere più o meno rilevante in funzione dei fattori di rischio correlati soprattutto allo stile di vita e all’ereditarietà.

Vi sono rischi cardiovascolari?

Prima della menopausa, le donne sono meno soggette degli uomini al rischio di malattia cardiovascolare. Quando sopraggiunge la menopausa, tale rischio aumenta in quanto gli estrogeni non esercitano più l’effetto protettivo contro l’aterosclerosi (ispessimento delle arterie).
Lo stile di vita ha un ruolo centrale nella prevenzione. Se si continua a praticare esercizio fisico, non si fuma e non sono presenti altri fattori di rischio (sovrappeso, ipercolesterolemia, diabete, ipertensione) il rischio si riduce.

Devo continuare a sottopormi a controlli ginecologici?

Le visite ginecologiche regolari rappresentano una rete di sicurezza per tutta la vita della donna. Sottoporsi ai controlli è particolarmente importante una volta sopraggiunta la menopausa, proprio perché a quell’età aumenta il rischio di sviluppare malattie ginecologiche.
Il Vostro medico curante Vi prescriverà delle analisi di screening standard, tra cui il pap test e la mammografia.

Posso assumere una terapia ormonale sostitutiva (TOS) per la menopausa?

La TOS può rivelarsi efficace nel trattamento dei sintomi della menopausa (fastidiosi disturbi climaterici, tra i quali vampate di calore).
Come per tutte le terapie, sarà il medico curante a scegliere quella che meglio si adatta alle esigenze della singola paziente e provvederà a fornirVi tutte le informazioni  necessarie sulle modalità di assunzione e sugli eventuali effetti indesiderati.

Consultate il Vostro medico regolarmente e non ricorrete mai all’automedicazione. Eventuali farmaci o integratori alimentari indicati per il sollievo o il trattamento dei problemi correlati alla menopausa devono essere assunti in accordo con il proprio medico curante.

Redazione a cura di "Malice & Co. (Francia). Revisione: Paolo Spriano, Medico di Medicina Generale, Milano

Ultima revisione settembre 2012.

Data pubblicazione:   15/09/16
Data di modifica:  26/09/12
 
 

Informazioni sullo studio

Dott. Roberto Frantellizzi

Ginecologia

Ulteriori dettagliTariffarioContattami

Questo sito non deve essere utilizzato in sostituzione delle visite mediche.