Ai contenuti
Sei in:  Home page  > Progetti  > Lungoviventi

Rete di Assistenza Oncologica di Siracusa

Progetti

Lungoviventi

Posso parlare delle mie possibili difficoltà sessuali legate a una patologia tumorale e ai suoi trattamenti

Posso parlare delle mie possibili difficoltà sessuali legate a una patologia tumorale e ai suoi trattamenti

La patologia tumorale e i suoi trattamenti possono avere un impatto sulla sessualità. Ciò è diverso nell'uomo e nella donna.

Come può la mia sessualità essere intaccata dal mio tumore?

L'impatto della malattia sulla sessualità può essere considerato a due livelli:

  • A livello fisico o funzionale, la fatica o i dolori possono direttamente alterare il Suo desiderio e la Sua capacità di provare e di dare piacere.
  • A livello psicologico, l'ansia o la depressione possono diminuire la Sua libido.

Nella maggior parte dei casi questi effetti sono temporanei.

Qual'è l'impatto dei trattamenti sulla mia sessualità?

I trattamenti per un tumore causano frequentemente stanchezza. che può far diminuire la Sua libido. Possono inoltre subentrare dei dolori e diversi effetti secondari indesiderati che vengono a perturbare il Suo desiderio.
Inoltre, alcuni trattamenti provocheranno un'alterazione dell'immagine del corpo, dell'autostima e del modo di sentirsi desiderati: mutilazione chirurgica, perdita dei capelli e della peluria in genere, aumento o calo importante di peso...
In alcuni casi i trattamenti possono alterare la fertilità. Nei bambini e negli adolescenti o nei giovani adulti, le misure di preservazione o di conservazione dello sperma o degli ovuli dovranno essere realizzate rapidamente in un centro specializzato prima dell'inizio dei trattamenti antitumorali.
I trattamenti avranno effetti diversi a seconda del sesso.

Nella donna

Le chemioterapie comportano in genere una grande stanchezza.
Alcune possono essere all'origine di nausea e vomito, che contribuiscono anche ad un disinteresse temporaneo per la sessualità.
Le chemioterapie possono anche provocare delle irritazioni, specialmente della mucosa vaginale, che si infiamma rendendo i rapporti dolorosi. Questa irritazione può favorire lo sviluppo di micosi (funghi), che provocano perdite vaginali e prurito. Tutto questo insieme di cose fa sì che il desiderio possa diminuire.
Alcuni trattamenti per i tumori (chemioterapia, chirurgia, ormonoterapia) possono indurre una menopausa precoce, con i possibili disagi che l'accompagnano.
Se ha dovuto interrompere un trattamento ormonale sostitutivo, può comparire una secchezza vaginale che provoca disagio nei rapporti sessuali. Può essere aiutata a risolverlo.
Alcuni trattamenti, specie nei tumori ginecologici e dell’apparato digerente, possono causare delle conseguenze durature che conducono ad un disagio funzionale e a una minaccia all'immagine corporea.
Esistono senza dubbio delle soluzioni, ne parli con il Suo medico.

Nell'uomo

I trattamenti provocano anche in questo caso una grande stanchezza, che può far diminuire il desiderio.
L'immagine del corpo può inoltre essere alterata da un intervento nella zona genitale o anche da un aumento di peso o dalla perdita di alcuni caratteristiche somatiche tipicamente maschili.
I trattamenti del tumore della prostata, chirurgia e radioterapia, sono diventati sempre più conservativi. Tuttavia possono significativamente alterare l'erezione e l’eiaculazione. Possono essere prescritti dei farmaci per stimolare la Sua attività sessuale. Ne parli con il Suo medico e con il Suo partner.

Ci sono controindicazioni alla ripresa dell'attività sessuale?

Subito dopo un intervento chirurgico, e fino a che la cicatrizzazione non è completa, è in genere preferibile non avere rapporti sessuali. Il lasso di tempo tra l'intervento chirurgico e la ripresa della Sua attività sessuale dipenderà dal tipo di intervento. È meglio chiedere il parere del medico

Sono sotto chemioterapia, quando ritornerà normale la mia sessualità?

Alla fine del trattamento, gli effetti secondari si attenueranno. Allora si sentirà meglio fisicamente e psicologicamente. Noterà una ripresa della libido e dellì’attività sessuale.

La chirurgia della mammella modifica il desiderio sessuale?

In seguito all'asportazione di un seno (mastectomia), è normale che una donna si senta mutilata e privata di un elemento importante di seduzione e di piacere.
La qualità del dialogo e il sostegno del partner saranno elementi fondamentali per poterne accettare la mancanza e adattarsi alla situazione. Se ciò non fosse possibile, un sostegno psicologico, un gruppo d'ascolto o un'associazione potranno costituire degli aiuti preziosi.
Inoltre, qualunque età Lei abbia, la ricostruzione mammaria sarà innanzitutto per Lei un mezzo per ritrovare un'immagine corporea soddisfacente. Le sensazioni fisiche a livello del seno ricostruito non saranno più le stesse, ma ciò non impedirà il piacere sessuale.

Cosa posso fare in caso di dolore?

Se il dolore compare durante i rapporti sessuali, potrebbe essere conseguenza della Sua malattia o del Suo trattamento.
Nell'uomo, la chirurgia o la radioterapia possono causare un'irritazione della prostata o dell'uretra, rendendo l'orgasmo doloroso. In generale, l'irritazione sparisce dopo alcuni mesi.
Nella donna, i dolori sono spesso dovuti ad un cambiamento della grandezza della vagina o ad una secchezza vaginale. Il Suo medico potrà raccomandarle l'utilizzo di lubrificanti vaginali.
Se Le sono stati prescritti dei trattamenti contro il dolore, li assuma prima dei rapporti sessuali affinché il dolore non sia più un freno al Suo desiderio.
Trovi una posizione che limiti la pressione sulle parti dolenti del Suo corpo.
Infine, non si dimentichi che la sessualità non si limita alle relazioni con penetrazione come l'unica fonte di piacere: le carezze e il contatto possono appagare Lei e il Suo partner.

Se la Sua sessualità è alterata dalla malattia e dai trattamenti, si tratta nella maggior parte dei casi di effetti secondari di carattere transitorio. In altri casi, si può trattare di postumi più duraturi. È importante poterne parlare liberamente con il Suo medico, perché possa proporLe delle soluzioni.
È altrettanto importante parlarne con il Suo partner, per identificare le difficoltà, cercare insieme i modi per ravvivare il desiderio e per ritrovare una vita sessuale soddisfacente.

Redazione a cura di "Malice & Co. (Francia)". Traduzione e revisione a cura del Dott. Emilio Romanini.

Data pubblicazione:   30/04/10
 
 

Informazioni sullo studio

Rete di Assistenza Oncologica

Specializzazione principale:
Oncologia

Documenti correlati

Tumori: raccomandazioni per un'alimentazione idonea

Tumori: raccomandazioni per un'alimentazione idonea

L'alimentazione è un tema di particolare rilevanza per le persone malate di tumore. Un'alimentazione equilibrata è molto importante, perché influisce sull'evoluzione della malattia e l'efficacia delle terapie.

Leggi
Testo

Numeri di assistenza e di emergenza

Clicca qui per ulteriori informazioni

Questo sito non deve essere utilizzato in sostituzione delle visite mediche.