Ai contenuti
Sei in:  Home page  > Guida medica personale  > I trattamenti

Guida medica personale

I trattamenti

1 Documento(i) in questa sottorubrica / sottotitolo

Le piastrine che aiutano la cartilagine (PRP)
Le piastrine che aiutano la cartilagine (PRP)
 Dall'uso del PRP (Plasma Ricco di Piastrine o Platelet Rich Plasma) giunge un nuovo aiuto per la riparazione dei danni cartilaginei e tendine i. Causa l'invecchiamento della popolazione il problema artrosico sta assumendo dimensioni via via crescenti. Si va affermando sempre più nel mondo l'uso di questa metodica di centrifugazione di sangue ed uso di concentrato piastrinico  La degenerazione delle superfici articolari e' una delle principali cause della malattia artrosica, insieme alle alterazioni degenerative delle altre componenti articolari e cioè legamenti, tendini ed elementi ossei. La malattia artrosica e' tipica dell'eta avanzata pur potendo interessare anche soggetti giovani. Insieme al dolore, la principale manifestazione dell'artrosi e' la limitazione articolare che limita le capacita' lavorative e ricreative del soggetto. Nella seconda metà del secolo scorso e successivamente nell'inizio di quello corrente, si è via via sviluppata la metodica terapeutica con infiltrazioni endoarticolari delle articolazioni artritiche specie in casi in cui era impossibile ricorrere, per vari motivi, a trattamenti chirurgici. Inizialmente vi è stato un grande uso di farmaci cortisonici che hanno dato l'indubbio risultato di dominare le fasi acute della malattia, ma i cui risultati erano di breve termine e soprattutto comportavano l'insorgenza di importanti fenomeni collaterali. Grande importanza ha avuto la diffusione dell'acido ialuronico i cui risultati sono stati e sono estremamente gratificanti, specie gli ultimi prodotti che sono ad altissimo peso molecolare e cross-linkati. L'ultima frontiera è rappresentata dalla infiltrazione endoarticolare di PRP (Plasma Ricco di Piastrine), in pratica si tratta di prelevare un piccolo campione di sangue (circa cc. 6 ) dal paziente stesso, quindi attraverso un processo di centrifugazione, ottenere un preparato composto da plasma e piastrine con aggiunta di starter dei fattori di crescita in esse contenuti. Il preparato così ottenuto viene quindi inoculato all'interno delle articolazioni malate e dopo alcune settimane si ottengono i primi benefici. Il trattamento va ripetuto per tre volte a distanza di circa 7-14 giorni. La metodica è priva di effetti collaterali e rischi e praticamente indolore.
Leggi
Testo

Informazioni sullo studio

Dott. Pietro Corsi

Ortopedia

Ulteriori dettagliTariffario

Questo sito non deve essere utilizzato in sostituzione delle visite mediche.