Ai contenuti

Guida medica personale

Calcolatore stato di salute

In caso di attacco epilettico, le persone a me vicine sanno come agire

In caso di attacco epilettico, le persone a me vicine sanno come agire

In presenza di una persona che ha un attacco epilettico, dovete riconoscerlo e saper compiere i gesti appropriati. Le crisi non sono sempre associate a movimenti e sintomi eclatanti, ad esempio movimenti a scatti o convulsioni. Se soffrite di attacchi epilettici, questa scheda potrà fornire delle informazioni utili a parenti e amici.


Cos’è una crisi epilettica?

Si tratta di una scarica elettrica eccessiva e improvvisa che colpisce un’area della corteccia cerebrale. La corteccia cerebrale è la sede delle funzioni nervose cerebrali e ricopre la superficie del cervello.
Se le crisi di ripetono per anni o mesi, la malattia si definisce cronica. In caso contrario, si tratta di una crisi passeggera senza alcuna causa reale.

Come riconosco una crisi epilettica?

Oltre ai segni più noti di perdita di conoscenza e tremori  che in alcuni casi possono essere lievi o assenti, vi sono:

Deviazione degli occhi verso l’alto.

Gesti ripetuti e disordinati.

Denti serrati.

Presenza di saliva attorno alla bocca.

Perdita involontaria di urina (dovuta al rilassamento degli sfinteri).

 

Esistono due tipi di crisi:

Le crisi parziali.

  • Senza perdita di coscienza.
  • Impossibilità momentanea di parlare 
  • Sensazioni strane e tremore parziale (limitato ad una parte del corpo o ad un arto)
  • Con perdita di coscienza e di “contatto”, spesso associata a gesti automatici (battito delle mani e dei piedi o movimenti della bocca).

Le crisi generalizzate

  • Caduta.
  • Corpo rigido.
  • Perdita di conoscenza.
  • Convulsioni per alcuni minuti.
  • Rischio di mordersi la lingua.
  • Perdita involontaria di urina.

Di solito le crisi durano solo qualche minuto e non comportano conseguenze. Talvolta, è però necessario intervenire prestando soccorso.

Cosa posso fare in caso di crisi epilettica?

Chiamare o far chiamare il 118.

  

Image003

 Se soffrite di crisi epilettiche, insegnate ad amici e parenti quali sono i gesti appropriati da fare.

 

Non cercare di aprire la bocca del paziente durante la fase acuta (rischio di mordere).

Allentare tutto ciò che comprime il corpo (cinta, reggiseno, cravatta, colletto della camicia).

Mettere il paziente in posizione laterale di sicurezza (PLS).

Allontanare tutti gli oggetti che potrebbero ferire il paziente a causa dei suoi movimenti bruschi.

Assicurarsi che non abbia nulla in bocca (chewing-gum, dentiera dislocata, alimenti).

Allontanare le persone che si trovano intorno.

Se soffrite di epilessia, avvisate le persone a voi vicine (famigliari, colleghi) affinché possano agire senza farsi prendere dal panico e con metodo nel caso sopraggiunga una crisi. Seguendo uno stile di vita equilibrato, privo di eccessi (alcool, tabacco, caffè, droghe), dormendo in modo regolare ed evitando le situazioni di stress (paura, sport violenti…) sarà possibile ridurre il numero e l‘entità delle crisi o anche prevenirle.

Redazione a cura di "Malice & Co. (Francia). Revisione: Paolo Spriano, Medico di Medicina Generale, Milano

Ultima revisione settembre 2012.

Data pubblicazione:   26/09/12
 
 

Informazioni sullo studio

CENTRO FKT NOVA SALUS CONVENZIONATO S.S.N.

Specializzazione principale:
Fisiatria

Contattaci


Numeri di assistenza e di emergenza

Guardia medica e pronto soccorso

Numeri utili di emergenza


Questo sito non deve essere utilizzato in sostituzione delle visite mediche.