Ai contenuti

Guida medica personale

Chirurgia percutanea piede

Piede piatto dell'adulto

Piede piatto dell'adulto

E' una deformità caratterizzata dall’appiattimento della volta plantare, dalla deviazione all'esterno del calcagno e dalla prominenza dell'astragalo all'interno del piede.


Esistono varie forme congenite da evoluzione del piede piatto infantile, forme acquisite da insufficienza del tibiale posteriore, neurologiche, post-traumatiche, reumatiche.
Con il passare del tempo, questa situazione determina la degenerazione di tutte quelle strutture osteo-muscolo-legamentose del piede causando una precoce artrosi e un'importante limitazione funzionale anche in relazione al dolore che può determinare.
In base alla gravità e alla limitazione funzionale, si possono attuare un trattamento di tipo conservativo con plantare che ha lo scopo di correggere per quanto possibile l'atteggiamento vizioso del piede e quindi migliorare in maniera del tutto passiva l'appoggio e la distribuzione del carico; se tale procedura risultasse insufficiente, si deve ricorrere all'intervento chirurgico che può basarsi semplicemente sull'applicazione di una vite nel seno del tarso così come avviene nel piede piatto del bambino, associata o meno ad un'osteotomia medializzante del calcagno se la deformità del retropiede risultasse importante.
Infine, se fosse presente anche un'artrosi importante del'articolazione sottoastragalica o astragalo scafoidea, l'intervento più indicato sarà quello di artrodesi, cioè di fissazione definitiva di tali articolazioni a scopo antalgico, senza però condizionare la motilità del piede.

Creato da:  Dott. Nicola Bacci

Data pubblicazione:   26/11/10
Data di modifica:  27/11/10
 
 

Informazioni sullo studio

Dott. Nicola Bacci

Ortopedia

Ulteriori dettagliTariffarioContattami

Questo sito non deve essere utilizzato in sostituzione delle visite mediche.