Ai contenuti

Consigli pratici

Trattamenti post-chirurgici

Il ritorno a casa in seguito ad impianto di protesi al ginocchio

Il ritorno a casa in seguito ad impianto di protesi al ginocchio

L’impianto di protesi al ginocchio è un intervento di chirurgia classica che prevede tecniche che sono ben consolidate. In seguito all’intervento, la riabilitazione consente di riprendere a camminare in breve tempo.


 

Quanto tempo resterò in ospedale e quando potrò tornare a casa?

In genere, il paziente viene ricoverato in ospedale il giorno prima dell’intervento e, in assenza di complicanze particolari, potrà tornare a casa una decina di giorni dopo l’intervento, a patto che collabori  attivamente e si sottoponga ad una riabilitazione adeguata e rigidamente monitorata.
Dopo la visita ospedaliera, si consiglia anche la visita ad un centro di riabilitazione, soprattutto se vivete da soli o se avete altre disabilità. Durante la convalescenza, avrete modo di imparare di nuovo i movimenti indispensabili nella vita quotidiana. Infatti, dovrete aggiungere l’autonomia prima di poter uscire.

Esistono dei rischi post-operatori?

In generale, in seguito ad impianto di protesi al ginocchio è importante prestare estrema attenzione ai rischi di infezione. Se si contrae un’infezione di qualsiasi tipo, a prescindere dalla sua entità e anche se non ha alcuna relazione con l’intervento (infezione urinaria, ascesso dentario, infezione dei seni nasali, piaga cutanea infetta …) o se si presenta un episodio febbrile, anche lieve, si dovranno segnalare immediatamente tali eventi al proprio medico curante. Infatti, tali eventi potrebbero ritardare o modificare la normale evoluzione post-operatoria.
Se avete delle domande particolari, se pensate che la cicatrizzazione non si stia svolgendo in modo normale, se avete la febbre, se l’articolazione si blocca o se vi provoca dolore, se la riabilitazione è troppo dolorosa, non esitate a contattare il medico curante o il chirurgo che ha praticato l’intervento.

Quando potrò camminare di nuovo?

Qualche giorno dopo l’intervento, addirittura l’indomani in alcuni casi, potrete riprendere a camminare progressivamente con le stampelle e sotto la guida di un fisioterapista. Nel giro di qualche giorno potrete piegare di nuovo il ginocchio.

Una volta a casa, cosa dovrò fare?

Alla dimissione dall’ospedale verranno prescritte delle sedute di fisiokinesiterapia. Sarà essenziale seguirle rigorosamente, poiché sono indispensabili per il successo dell’intervento. Si può fissare come obiettivo il recupero di 90° di flessione verso la terza settimana dopo l’operazione.
Non è necessario modificare in alcun modo l’ambiente in cui vivete.
Si consiglia di lasciare trascorrere almeno due mesi dall’intervento prima di ricominciare a guidare.

Come si svolge il periodo post-operatorio?

Quando si esce dall’ospedale, viene prescritto un trattamento con anticoagulanti per evitare i rischi di flebite. Può essere necessario un controllo infermieristico a domicilio.
Circa sei settimane dopo l’intervento è prevista la visita di controllo da parte del chirurgo ortopedico.

I risultati dell’intervento di protesi totale del ginocchio saranno influenzati dalla partecipazione attiva del paziente ad un programma riabilitativo adeguato, spesso eseguito presso un centro specializzato.

Redazione a cura di "Malice & Co." (Francia). Revisione: Paolo Spriano, Medico di Medicina Generale, Milano

Ultima revisione ottobre 2012.

Data pubblicazione:   24/10/12
 
 

Informazioni sullo studio

Dott. Nicola Bacci

Ortopedia

Ulteriori dettagliTariffarioContattami

Documenti correlati

Si possono praticare degli sport con una protesi?
Si possono praticare degli sport con una protesi?
Portare una protesi d'anca o di ginocchio non comporta necessariamente l'abbandono della pratica sportiva. A certe condizioni, alcune discipline rimangono praticabili.
Leggi
Testo
Devo sottopormi ad intervento chirurgico alla spalla
Devo sottopormi ad intervento chirurgico alla spalla
La spalla è un’articolazione complessa sottoposta a notevoli sforzi. Oltre ad essere impiegata in traumatologia, la chirurgia della spalla viene utilizzata anche per intervenire sui tendini della cuffia dei rotatori oppure sull’artrosi della spalla (omartrosi).
Leggi
Testo
Il mio bambino ha il ginocchio valgo: che fare?
Il mio bambino ha il ginocchio valgo: che fare?
Le deformità degli arti inferiori sono frequenti nel bambino. I genitori devono essere rassicurati relativamente a questa anomalia spesso benigna e reversibile con la crescita.
Leggi
Testo
Questo sito non deve essere utilizzato in sostituzione delle visite mediche.