Ai contenuti

Studio Medico Dott. Nicola CASTELLANO

Prevenzione Personale

Vaccini

HIV, AIDS: conosco i vaccini utili, quelli indicati e controindicati

HIV, AIDS: conosco i vaccini utili, quelli indicati e controindicati

Il rischio di contrarre infezioni da determinati agenti infettivi (ad esempio i virus) è più elevato per chi soffre di HIV (virus dell'immunodeficienza umana), per cui certe infezioni assumono un carattere più grave. Si raccomanda pertanto la protezione attraverso vaccini. Ciò non è però semplice, in quanto, proprio a causa del deficit immunitario provocato dall'HIV, alcuni vaccini possono provocare infezioni e sono vietati.

Quali sono i meccanismi di protezione indotti dai vaccini?

La vaccinazione consiste nel fornire un'immunità attiva contro certi germi introducendo nell'organismo un vaccino preparato a partire da tali germi.
Esistono dei vaccini vivi attenuati che inducono un'infezione a malapena percepibile: forniscono una protezione simile a quella che si verifica in un'infezione naturale, che si ottiene in meno di 2 settimane dopo una sola iniezione, e prolungano la protezione per molti anni. Tuttavia, possono anche provocare malattie infettive da vaccino in caso d'immunodepressione.
Altri vaccini sono inerti, privi di qualsiasi potere infettivo (l'agente infettivo viene disattivato da un processo fisico o chimico, oppure contengono solo frammenti di agente infettivo). Spesso sono necessarie più iniezioni e richiami regolari in quanto la protezione dura di meno.

Quali sono i rischi della vaccinazione quando si è sieropositivi?

I vaccini controindicati in caso d'immunodepressione sono i seguenti: morbillo, orecchioni, rosolia, varicella-zoster, febbre gialla, rotavirus, poliomielite orale. Se questi vaccini sono necessari per combattere un rischio particolare, il Suo medico potrà generalmente proporglieli se i Suoi linfociti sono superiori a 200-300/mm³.
Anche il vaccino BCG è un vaccino vivo. Esso è assolutamente controindicato in caso d'immunodepressione. Non deve mai essere prescritto ad una persona affetta da HIV.

Quali vaccini posso fare?

I vaccini di richiamo generali:

  • Difterite, tetano e poliomielite iniettabile (richiamo decennale).
  • Pertosse in caso di contatto con lattanti o negli adulti prossimi a diventare genitori (un'iniezione).

I vaccini specifici raccomandati in caso d'infezione HIV devono essere discussi con il Suo medico:

  • Pneumococco (richiamo quinquennale).
  • Influenza (vaccinazione annuale).
  • Epatite A (1 dose seguita da un richiamo tra i 6 e i 12 mesi)
  • Epatite B (1 dose seguita da 2 richiami dopo 6 e 12 mesi)
  • HPV, papillomavirus (1 dose seguita da 2 richiami dopo 2 e 6 mesi)

Diversi vaccini devono essere considerati se si viaggia, e in base ai paesi:

  • febbre gialla (attenzione, vaccino vivo).
  • Encefalite da zecche.
  • Tifo.
  • Rabbia.
  • Encefalite giapponese.
  • Meningococco.
  • Colera.

 

 

Qualsiasi vaccinazione può essere estesa transitoriamente e senza conseguenze sul carico virale.

La vaccinazione contro la febbre gialla è obbligatoria se si viaggia in una zona intertropicale dell'Africa o dell'America del Sud. Dal momento che si tratta di un vaccino vivo attenuato, è vietato in caso di CD4 < 200/mm³. Può chiedere al Suo medico un certificato di controindicazione, ma questo può essere rifiutato da alcuni paesi.

Redazione a cura di "Malice & Co. (Francia)". Traduzione e revisione a cura del Dott. Fabio Pilato.

Data pubblicazione:   22/04/14
 
 

Informazioni sullo studio

Dott. Nicola Castellano

Medicina interna

Documenti correlati

Attività fisica e sieropositività: ciò che devo sapere

Attività fisica e sieropositività: ciò che devo sapere

La Sua sieropositività non deve impedirLe di praticare un'attività fisica regolare. Uno sport adatto, praticato in una struttura accogliente, costituisce un grosso vantaggio per il miglioramento della Sua qualità di vita. Si tratta di un fattore essenziale di benessere fisico e morale.

Leggi
Testo
Conosco i rischi di una co-infezione da HIV e HCV

Conosco i rischi di una co-infezione da HIV e HCV

La co-infezione da HIV e virus dell'epatite C è frequente, perché i loro modi di contaminazione sono gli stessi: l'HIV e l'HCV si trasmettono per via sessuale e per via ematica. Ciò ha delle conseguenze importanti.

Leggi
Testo
Infezione da HIV: comprendere gli obiettivi del trattamento

Infezione da HIV: comprendere gli obiettivi del trattamento

Il trattamento è stato scelto in funzione dei suoi parametri biologici e risponde a più obiettivi finalizzati a migliorare la sua vita quotidiana e ad allungare la sua aspettativa di vita.

Leggi
Testo

Numeri di assistenza e di emergenza

Il mio indirizzo di posta elettronica è

nic.castellano@gmail.com

 

Miei numeri di telefono:

 

3471097443

 

 

Clicca qui per ulteriori informazioni

Questo sito non deve essere utilizzato in sostituzione delle visite mediche.