Ai contenuti

Studio Medico Dott. Nicola CASTELLANO

Guida medica personale

La patologia

Ho una crisi di gotta, capisco perché

Ho una crisi di gotta, capisco perché

La crisi di gotta è una patologia frequente, conseguenza di un'anomalia del metabolismo dell'acido urico. Si presenta con manifestazioni che riguardano prevalentemente le articolazioni.La crisi di gotta è una patologia frequente, conseguenza di un'anomalia del metabolismo dell'acido urico. Si presenta con manifestazioni che riguardano prevalentemente le articolazioni.

Cos'è una crisi di gotta?

La gotta si manifesta, in genere, con una crisi di artrite, vale a dire una infiammazione dolorosa di un'articolazione. Nella maggior parte dei casi viene colpita una sola articolazione, quella dell'alluce.
L'articolazione è rossa e gonfia. Il dolore è improvviso, intenso, e con episodi lancinanti. La pelle che ricopre la regione infiammata è tesa e lucida.
L’alluce è ipersensibile al tatto; appoggiarsi sull’arto è spesso impossibile.
Più di rado, la crisi può manifestarsi a livello delle ginocchia, delle caviglie, dei polsi o delle dita. Più raramente ancora, possono comparire dolori articolari generalizzati, così come una sensazione di malessere generale, febbre e, a volte, brividi.

Perché ho una crisi di gotta?

La crisi è la conseguenza di un eccesso di acido urico nel Suo sangue. Si formano quindi dei cristalli che si depositano all'interno delle articolazioni e provocano dolori intensi.

Perché ho un eccesso di acido urico?

Vi sono varie cause che possono spiegare questo eccesso di acido urico.

  • Un'anomalia del metabolismo di questa sostanza: il Suo organismo ne produce troppo o non la elimina in quantità sufficiente.
  • Alcune malattie possono essere all'origine di questa anomalia: la psoriasi o un'insufficienza renale.
  • Alcuni trattamenti possono essere implicati, specialmente la chemioterapia, i diuretici o ancora l'aspirina anche a basse dosi …
  • Alcune situazioni, come il consumo eccessivo di alcool, la perdita rapida di peso, il digiuno, gli eccessi alimentari e soprattutto i pasti ricchi di proteine (sopratutto diete proteinate).

Alcune persone sono più a rischio di altre?

Sì. Le persone più colpite sono gli uomini (9 casi su 10) tra i 30 e i 50 anni. Questo squilibrio è spiegato dal livello di acido urico nel sangue, normalmente più elevato nell'uomo rispetto alla donna. Tuttavia, la comparsa di gotta è possibile nelle donne dopo la menopausa.
Anche l'ereditarietà potrebbe essere un fattore; una predisposizione genetica o familiare (18% dei casi) sarebbe all'origine di questo disordine del metabolismo.
Anche l'età è un fattore predisponente: i reni sono meno efficaci ed eliminano meno bene gli scarti dell'organismo. Questo favorisce l'aumento di acido urico nel sangue

Come può evolvere la gotta?

In generale, la frequenza delle crisi ed il loro numero aumentano con il tempo.
Dopo molti anni, oltre ai dolori articolari, la malattia può provocare depositi di cristalli sotto la pelle chiamati tofi. Sono delle masse friabili biancastre o giallastre localizzate sul bordo esterno dell'orecchio, sui gomiti o nelle vicinanze, sulle dita delle mani e dei piedi o ancora vicino al tendine di Achille. I tofi possono anche depositarsi nelle strutture osteoarticolari, nel qual caso si parla di artropatie uratiche. Le articolazioni vengono progressivamente distrutte, in particolare le mani, i polsi e i piedi.
I cristalli possono anche depositarsi nei reni. In assenza di trattamento tendono a provocare alterazioni del loro buon funzionamento, fino a causare "insufficienza renale."

Vi è una relazione tra la crisi di gotta e i calcoli renali?

Sì. Un eccesso di acido urico nel Suo organismo può provocare la formazione di calcoli renali.
La formazione di calcoli nei Suoi reni può provocare delle coliche che si manifestano con forti dolori renali.

Le crisi acute di gotta sono generalmente ben conosciute e diagnosticate dal Suo medico generico. Un trattamento efficace può prevenire il rischio di eventuali complicanze. Spesso la gotta si presenta in associazione con obesità, sovrappeso, disturbi del metabolismo generale e quindi un aumento del rischio di malattie cardiovascolari e di aterosclerosi. È dimostrato che il consumo eccessivo di alcool provoca la gotta.

Redazione a cura di "Malice & Co. (Francia)". Traduzione e revisione a cura del Dott. Emilio Romanini.

Data pubblicazione:   30/04/10
 
 

Informazioni sullo studio

Dott. Nicola Castellano

Medicina interna

Documenti correlati

Comprendere il trattamento delle crisi di gotta

Comprendere il trattamento delle crisi di gotta

Il trattamento medico è finalizzato a controllare l'eccesso di acido urico nell'organismo e ad alleviare i sintomi di questa malattia.

Leggi
Testo

Numeri di assistenza e di emergenza

Il mio indirizzo di posta elettronica è

nic.castellano@gmail.com

 

Miei numeri di telefono:

 

3471097443

 

 

Clicca qui per ulteriori informazioni

Questo sito non deve essere utilizzato in sostituzione delle visite mediche.