Ai contenuti

Studio Medico Dott. Nicola CASTELLANO

Guida medica personale

I trattamenti

Prendo farmaci antinfiammatori per i miei reumatismi

Prendo farmaci antinfiammatori per i miei reumatismi

Gli antinfiammatori sono medicinali largamente prescritti per il trattamento delle malattie reumatiche. Sono efficaci contro il dolore e migliorano i movimenti delle articolazioni.

Come funzionano gli antinfiammatori?

Come indica il nome, gli antinfiammatori sono medicinali che combattono l'infiammazione. L'infiammazione è una reazione che causa la comparsa di arrossamento, calore, gonfiore e dolore a livello dell'articolazione.

Esistono due tipologie maggiori di antinfiammatori:

●       I derivati del cortisone o corticosteroidi, e quelli che non fanno parte della famiglia del cortisone, chiamati antinfiammatori non steroidei o FANS.

●       Entrambi hanno un'azione antinfiammatoria. Bloccano la formazione delle molecole che partecipano all'infiammazione. Riducono il dolore. Si dice pertanto che hanno un'azione antalgica.

Qual è il vantaggio delle forme diverse dalle compresse?

Gli antinfiammatori possono essere assunti per via orale (compresse, capsule gelatinose), ma anche per via rettale (supposte), o sotto forma di iniettabili. Tuttavia, a parità di efficacia, sono più facili da prendere per via orale,.

Alcuni antinfiammatori possono essere applicati per via locale (creme, gel, pomate) direttamente sulla sede del dolore. Le compresse e le creme o pomate possono essere associate nello stesso trattamento.

Quali sono gli effetti secondari di questi farmaci?

L'inconveniente principale di questo tipo di farmaci è che possono aumentare l'acidità dello stomaco. Pertanto vengono spesso prescritti in associazione a un altro farmaco che riduce l'acidità dello stomaco.

Non devono però essere assunti per troppo tempo.

Non si deve mai assumere o riprendere l'assunzione di un antinfiammatorio senza il consenso del medico curante. 

Gli effetti secondari sono identici, indipendentemente dalla forma del farmaco (salvo per le pomate).

La grande efficacia degli antinfiammatori nelle malattie reumatiche non deve far dimenticare che questi medicinali possono avere degli effetti secondari o essere incompatibili con altri tipi di trattamento. Non devono mai essere utilizzati senza il parere del medico.

Redazione a cura di "Malice & Co. (Francia)". Traduzione e revisione a cura del Dott. Emilio Romanini.

Data pubblicazione:   30/04/10
 
 

Informazioni sullo studio

Dott. Nicola Castellano

Medicina interna

Documenti correlati

Soffro di spondiloartrite, capisco la mia malattia

Soffro di spondiloartrite, capisco la mia malattia

La spondiloartrite è una patologia reumatica di tipoinfiammatorio che colpisce principalmente le inserzioni tendinee e/o dei legamenti. E’ caratterizzata principalmente da danni allo scheletro assiale, ma può provocare anche artriti e problemi a livello di altri organi, tra cui l’occhio.

Leggi
Testo
Soffro di spondiloartrite e sono risultato positivo all'HLA B27

Soffro di spondiloartrite e sono risultato positivo all'HLA B27

L'HLA B27 viene individuato più frequentemente nelle persone affette da spondiloartrite.

Leggi
Testo
Prendo farmaci antidolorifici per i miei reumatismi

Prendo farmaci antidolorifici per i miei reumatismi

Gli antidolorifici sono farmaci che riducono il dolore provocato dalle malattie reumatiche. Essi presentano regole di utilizzo precise.

Leggi
Testo

Numeri di assistenza e di emergenza

Il mio indirizzo di posta elettronica è

nic.castellano@gmail.com

 

Miei numeri di telefono:

 

3471097443

 

 

Clicca qui per ulteriori informazioni

Questo sito non deve essere utilizzato in sostituzione delle visite mediche.