Ai contenuti

Studio Medico Dott. Nicola CASTELLANO

Guida medica personale

I trattamenti

Ho male alla schiena in modo cronico

Ho male alla schiena in modo cronico

Nella maggior parte dei casi, il mal di schiena evolve in modo favorevole in meno di 2 mesi. Talvolta persiste per oltre tre mesi, o ricompare spesso: e si definisce allora cronico. È necessaria una gestione adatta per migliorare questa condizione patologica.

Cosa ha di particolare una lombalgia cronica?

In 1 caso su 4, il mal di schiena persiste per oltre 3 mesi. In questo stadio, si ritiene che non si tratti più di un dolore occasionale, ma di un problema cronico. La causa e il trattamento sono diversi dal classico "colpo della strega".

Come fa un dolore alla schiena a presentarsi?

Durante un movimento sbagliato, può comparire una contrattura. La conseguenza è un dolore che sparisce una volta che la contrattura è stata risolta.

Quando il dolore persiste significa che vi sono altre ragioni. Bisogna allora controllare:

  • le abitudini di vita: attività, camminata, posizione a letto, in poltrona o sul divano.
  • il tipo di lavoro: trasporto di carichi pesanti (lavori di edilizia), posizione seduta prolungata (rappresentanti che passano molte ore al volante), stazione in piedi prolungata (parrucchieri, venditori...)
  • l'ambiente lavorativo: l'insoddisfazione sul lavoro, i vincoli della gerarchia, lo stress, i cambiamenti di ruolo...
  • le difficoltà personali: coniugali, economiche...
  • la salute: disturbi del sonno, nervosismo, ansia, tensione, altri problemi di salute...

Cosa fare per arrestare il mio dolore alla schiena?

Contrariamente a quanto si crede, bisogna sapere che il riposo è controindicato, perché contribuisce al persistere del dolore.

È quindi necessario che Lei continui, per quanto possibile, il suo lavoro. In compenso, è necessario identificare rapidamente la causa del dolore e tentare di porvi rimedio. Alcuni studi hanno dimostrato che una semplice riorganizzazione del luogo di lavoro inadeguato può mettere fine a una lombalgia cronica.

È il medico curante, eventualmente in collaborazione con il medico del lavoro, che motiverà la richiesta di questa riorganizzazione del luogo di lavoro, o nel caso specifico uno spostamento in un altro settore dove il lavoro è meno pesante.

Posso prendere dei farmaci contro il dolore?

Sì. I farmaci contro il dolore e le contratture muscolari possono darLe sollievo. Attenzione però ad assumere soltanto quelli che Le sono stati prescritti dal Suo medico.

Posso portare una cintura lombare?

Indossare una cintura lombare può darLe sollievo, ma non impedisce la ricomparsa del dolore. Se infatti favorisce una corretta postura, può tuttavia darLe una falsa sensazione di sicurezza e spingerLa a eseguire dei gesti nocivi per la Sua schiena.

Devo smettere di fare sport?

No. Si consiglia di praticare un'attività sportiva per rinforzare i muscoli della schiena e limitare il rischio di ricomparsa del dolore. È consigliabile scegliere uno sport leggero come il nuoto, la bicicletta, il cammino o la ginnastica in una struttura adatta. Si ricordi che, qualunque sia l'attività fisica e l'intensità con la quale la pratica, sono indispensabili un buon riscaldamento prima e degli allungamenti dopo lo svolgimento.

Ci sono dei gesti da evitare?

Si astenga da tutte le attività che La obbligano a chinarsi o a girarsi di frequente. Non esiti a chiedere una riorganizzazione del Suo ufficio o del Suo luogo di lavoro.

Eviti lunghi tragitti in macchina. Se deve restare a lungo seduto/a (in macchina, in treno o in aereo, davanti alla televisione...), posizioni bene la schiena con l'aiuto di un cuscino. Preferisca le poltrone diritte ai divani morbidi.

Controlli la Sua postura quando solleva un oggetto pesante: pieghi le gambe e si rialzi con la schiena ben diritta.

Se può scegliere, preferisca le borse a tracolla piuttosto che a mano, a meno che non ripartisca in modo equo il carico tra le due braccia. Consideri l’uso di borse, carrelli e valigie con rotelle.

L'attività professionale è molto spesso responsabile della persistenza di un dolore alla schiena.

Il riposo assoluto non è sempre la soluzione migliore. Una riqualificazione delle mansioni lavorative e una maggiore attenzione riguardo ai gesti quotidiani sono d'obbligo. Per aiutarLa a realizzarli nel modo giusto, esistono centri per la cura della schiena il cui scopo è quello di riabituarLa allo sforzo.

Redazione a cura di "Malice & Co. (Francia)". Traduzione e revisione a cura del Dott. Emilio Romanini.

Data pubblicazione:   30/04/10
 
 

Informazioni sullo studio

Dott. Nicola Castellano

Medicina interna

Documenti correlati

Dimissioni in seguito ad un impianto di protesi d’anca

Dimissioni in seguito ad un impianto di protesi d’anca

Una protesi d’anca dovrebbe permettere di tornare a condurre una vita normale, escludendo però che si possano praticare attività sportive violente.

Leggi
Testo

Numeri di assistenza e di emergenza

Il mio indirizzo di posta elettronica è

nic.castellano@gmail.com

 

Miei numeri di telefono:

 

3471097443

 

 

Clicca qui per ulteriori informazioni

Questo sito non deve essere utilizzato in sostituzione delle visite mediche.