Ai contenuti

Studio Medico Dott. Nicola CASTELLANO

Consigli pratici

Vita familiare

Chemioterapia: prepararsi  a un'eventuale caduta dei capelli

Chemioterapia: prepararsi a un'eventuale caduta dei capelli

La caduta dei capelli è un effetto secondario frequente di alcuni tipi di chemioterapia. Alcuni consigli possono permetterLe di vivere meglio questo periodo.

Perché mi cadono i capelli?

La chemioterapia ha l'obiettivo di distruggere delle cellule che si rinnovano rapidamente, come quelle tumorali. Le cellule dei bulbi piliferi, che costituiscono i capelli, le ciglia, le sopracciglia e i peli in generale, si comportano allo stesso modo. Sono quindi anch’esse sensibili a questi trattamenti.
A seconda del tipo di trattamento e del dosaggio, l'effetto è più o meno importante.
Allo stesso modo, a parità di trattamento, certe persone che dispongono di capelli di natura meno resistente li perderanno più di altre.

Si può prevenire la caduta dei capelli?

Durante l'avvio del trattamento, certe misure possono aiutarLa a preservare i Suoi capelli. Indossare un casco refrigerante durante le sedute (vedi la prossima domanda) è una di esse.
Può anche essere consigliato, prima dell'avvio di una chemioterapia, di optare per un taglio corto. Rende più efficace l'uso del casco refrigerante, può ritardare in parte la caduta e, da un altro punto di vista, permette anche di anticipare moralmente la caduta dei capelli.
Durante la chemioterapia, si consiglia di lavare i capelli prima della seduta, poi di non lavarli più per 3-8 giorni fino a che il bulbo non si sia rigenerato. Utilizzi uno shampoo dolce, ma eviti gli shampoo per bambini che rendono più grassi i capelli. In generale, utilizzi poco prodotto.
Deve inoltre evitare di utilizzare un asciugacapelli, dei bigodini riscaldanti, dei ferri caldi o ancora delle piastre per capelli calde. Lasci asciugare i Suoi capelli in modo naturale, senza messa in piega.
Ovviamente, si sconsiglia fortemente di ricorrere a trattamenti aggressivi per i capelli, come le tinte, le mèches e altri tipi di balayages, le stirature e le contropermanenti o, al contrario, pettinature con trecce.

A cosa serve il casco refrigerante?

Il casco di ghiaccio ha lo scopo di ridurre l'afflusso di sangue a livello del cuoio capelluto. Siccome i farmaci impiegati nella chemioterapia circolano nel sangue, l'effetto previsto del casco è di limitare la quantità di farmaco che giunge a livello dei bulbi piliferi.
Il casco, da utilizzare durante la seduta di chemioterapia, deve essere indossato circa 10 minuti prima dell'infusione.
Alcune situazioni non permettono però l'impiego del casco. Sarà l'equipe medica a stabilirne l'utilità.

La caduta dei miei capelli è definitiva?

No. La caduta dei capelli è temporanea, tranne nel caso molto particolare in cui sia sottoposto ad una radioterapia sul cuoio capelluto.
Ad eccezione di questo caso particolare, i capelli ricresceranno al termine del trattamento. La ricrescita è di circa 1 centimetro al mese. Alla ricrescita, la natura dei capelli può essere cambiata: possono essere più lisci o più ricci, più scuri o più chiari. Ritrovano, in genere, la loro natura precedente dopo alcuni mesi.

Posso evitare la perdita di ciglia e di sopracciglia?

E' possibile utilizzare sulle ciglia e le sopracciglia lo stesso principio del casco refrigerante ponendo sugli occhi degli impacchi di ghiaccio.
Tuttavia, questi dispositivi non sono forniti dall'ospedale e deve portarli con sé, conservandoli in una ghiacciaia.

Perderò i capelli fin dalla prima seduta?

Dipende dai protocolli di chemioterapia utilizzati. Alcuni fanno cadere i capelli fin dalla prima seduta, dopo 15-20 giorni dal trattamento, altri li fanno cadere in modo più progressivo. Chieda informazioni al medico che Le prescrive il trattamento. Le ciglia e le sopracciglia cadono più tardi.

La parrucca mi sarà rimborsata?

Il prezzo delle parrucche varia a seconda della natura dei capelli utilizzati e se sono state realizzate su misura. Il prezzo medio è abbastanza elevato: circa 400 euro. Con modalità che variano per le diverse Regioni, in Italia sono previsti rimborsi per l’acquisto di parrucche in seguito a trattamenti chemioterapici; chieda al Suo Medico di medicina generale la situazione relativa alla Sua Regione di residenza. 

Se possiede un'assicurazione complementare, si informi sulla possibilità di ottenere il rimborso della spesa attraverso di essa.

Se non voglio portare la parrucca?

Se non vuole portare una parrucca, provi a pensare a un foulard, a una bandana, a un cappello, a un cappellino, a un berretto...
Inoltre, nei magazzini specializzati, si trovano dei foulard già dotati di capelli a livello della frangia o della nuca.
In pratica spetta a ognuno trovare il proprio stile per superare al meglio la prova della perdita dei capelli.

Redazione a cura di "Malice & Co. (Francia)". Traduzione e revisione a cura del Dott. Fabio Pilato.

Data pubblicazione:   30/04/10
 
 

Informazioni sullo studio

Dott. Nicola Castellano

Medicina interna

Documenti correlati

Mantenere un buon equilibrio alimentare durante la chemioterapia seguendo dei consigli ragionevoli

Mantenere un buon equilibrio alimentare durante la chemioterapia seguendo dei consigli ragionevoli

Un trattamento di chemioterapia può provocare perdita dell'appetito, alterazione del gusto, dimagrimento o, al contrario, aumento di peso. Alcuni consigli possono esserLe utili per mantenere un buon equilibrio alimentare.

Leggi
Testo
Ho un cancro e i miei cari mi accompagnano in questa prova

Ho un cancro e i miei cari mi accompagnano in questa prova

Il medico Le ha diagnosticato un tumore. Dovrà affrontare questa malattia con le persone che le stanno attorno, familiari e amici: Lei avrà bisogno del loro sostegno, loro avranno bisogno di sapere e di capire cosa succede.

Leggi
Testo
Segnalo tutti gli effetti secondari, anche specifici, accusati durante la chemioterapia

Segnalo tutti gli effetti secondari, anche specifici, accusati durante la chemioterapia

Alcuni prodotti utilizzati nel trattamento dei tumori provocano sintomi particolari, spesso poco conosciuti dai pazienti e che possono provocare grande disagio nella vita quotidiana.

Leggi
Testo

Numeri di assistenza e di emergenza

Il mio indirizzo di posta elettronica è

nic.castellano@gmail.com

 

Miei numeri di telefono:

 

3471097443

 

 

Clicca qui per ulteriori informazioni

Questo sito non deve essere utilizzato in sostituzione delle visite mediche.