Ai contenuti
Sei in:  Home page  > Per pazienti  > Miscellanea

Per pazienti

Miscellanea

La Fibrillazione Atriale e la Terapia Anticoagulante orale

La Fibrillazione Atriale e la Terapia Anticoagulante orale

La Fibrillazione atriale rappresenta l'aritmia cardiaca più frequente in termini di prevalenza ed incidenza. E' correlata a complicanze gravi (tromboembolismo, scompenso cardiaco) e la sua presenza aumenta significativamente la mortalità cardiovascolare in tutti i gruppi di pazienti. Per saperne di più ... anche sui cibi da evitare quando si assuma il COUMADIN.


La Fibrillazione Atriale (FA) è un’aritmia cardiaca molto frequente (soprattutto al crescere dell’età), nella quale la contrazione cardiaca non avviene più ritmicamente ma in modo del tutto caotico.

 

Durante la FA viene a mancare una contrazione efficace degli atri, che si contraggono come fossero dei sacchetti pieni di esche da pesca. In questa condizione, soprattutto all’interno di una certa parte dell’atrio sinistro (l’auricola) si possono formare dei trombi, che a loro volta possono embolizzare in tutto il corpo causando anche gravi complicanze come l’ictus cerebrale.

Per tale ragione, quando venga diagnosticata una FA il primo provvedimento da adottarsi è l’avvio di un’adeguata terapia anticoagulante, che riduce il rischio embolico pur avendo come possibile effetto collaterale, da accettarsi, una certa facilità nei sanguinamenti.

 

La FA si diagnostica mediante l’esecuzione di un Elettrocardiogramma e la si può sospettare quando si avverta l’improvvisa comparsa di cardiopalmo, associata ad un polso (rilevato anche a livello radiale) non più ritmico con una Fc superiore ai 100 bpm (spesso ma non sempre).

 

Il rischio embolico in corso di FA diviene già significativo dopo 48 ore dalla comparsa dell’aritmia ecco perché, in caso di sospetto, è bene porre diagnosi entro le prime 48 ore dall’insorgenza del cardiopalmo, così da poter tentare un ripristino del normale ritmo cardiaco mediante una cardioversione, che può essere sia farmacologica che elettrica.

 

Quando si decida di cronicizzare la FA (per ragioni varie) è utile sapere che si può vivere normalmente e con una sostanziale normale tolleranza degli sforzi fisici, purché non vi sia una sottostante cardiopatia grave.

In caso di “cronicizzazione” oltre alla già citata terapia anticoagulante orale si utilizzeranno farmaci in grado di modulare la frequenza cardiaca così da mantenerla al di sotto dei 100 battiti per minuto.

 

In casi particolari il cardiologo potrà anche proporre un tentativo di ablazione, ovvero una metodica invasiva in grado di eliminare i punti di origine della FA.

 

Per la prevenzione delle recidive di FA molti e diversi sono i farmaci utilizzabili ciascuno non privo di effetti collaterali, per cui sarà sempre necessario riferirsi ad un cardiologo, che dopo un’adeguata e completa diagnostica, possa consigliare la terapia più appropriata, comunque destinata a modificarsi nel tempo.

 

La Terapia Anticoagulante Orale (TAO) viene oggi attuata mediante l’utilizzo del Warfarin (COUMADIN®) o dell’Acenocumarolo (SINTROM®) entrambi della famiglia dei dicumarolici. Il dosaggio dei farmaci non è fisso ma variabile in modo da ottenere un INR (valore che si misura con un prelievo di sangue) tra 2 e 3.

I pz. in TAO dovranno evitare alcuni cibi ricchi di vitamina K, l’antidoto naturale dei dicumarolici: salvia macinata, prezzemolo, lattuga verde, ravizzone, maggiorana secca, origano, rapa (foglie), cavolo riccio, cavolo verde fresco, spinaci freschi, basilico fresco, spinaci bolliti, coste di bietola, cicoria, cavolini di Bruxelles bolliti, cavolo verde bollito, tarassaco, radicchio, rape, indivia, erba cipollina,·broccoli freschi, broccoli bolliti, cavolini di Bruxelles freschi, broccoli congelati, rucola, olio di soia.

 

Leonardo Di Ascenzo, MD, PhD

Cardiologo ospedaliero in San Donà di Piave (VE) – ULSS 10 “Veneto Orientale”

 

Creato da:  dott. Leonardo Di Ascenzo, MD, PhD

Data pubblicazione:   12/08/15
Data di modifica:  28/05/11
 
 

Informazioni sullo studio

dott. Leonardo Di Ascenzo, MD, PhD

Cardiologia

Ulteriori dettagliTariffarioContattami


Questo sito non deve essere utilizzato in sostituzione delle visite mediche.