Ai contenuti

Per medici, infermieri, tecnici

Pratica clinica quotidiana

Monitoraggio dei pazienti in terapia con Dronedarone (MULTAQ)

Monitoraggio dei pazienti in terapia con Dronedarone (MULTAQ)

Qui vengono riassunti i monitorggai da attuarsi prima e dopo la prescrizione del dronedarone (MULTAQ). Altresì vengono riportate alcune semplici informazioni per il paziente.


Indicazioni

Mantenimento del ritmo sinusale a seguito di cardioversione con esito soddisfacente in pazienti adulti clinicamente stabili con fibrillazione atriale parossistica o persistente.

Controindicazioni

1. ipersensibilità al principio attivo o a uno degli eccipienti

2. BAV di II o III grado o BB completo o blocco distale o disfunzione del nodo del seno o difetti di conduzione atriale o malattia del ndo del seno (a meno che non vi sia un PM)

3. Fc < 50 bpm

4. Fibrillazione atriale permanente da più di 6 mesi (o durata ignota) e i tentativi di ripristino del R.S. non sono più considerati attuabili

5. insufficienza cardiaca pregressa o in corso o disfunzione ventricolare sinistra sistolica

6. condizioni emodinamiche instabili

7. grave insufficienza epatica

8. grave insufficienza renale (CrCl < 30 ml/min)

9. tossicità epatica o polmonare correlata al precedente uso di amiodarone

10. intervallo QTc > 500 msec

11. concomitante uso di keto-, itra-, vori-, posa-conazolo, telitro-, claritro-micina, nefazodone e ritonavir (inibitori del Citocromo P 450 CYP 3A4)

12. concomitante uso di fenotizine, cisapride, bepridil, antidepressivi triciclici, terfenadina e alcuni macrolidi orali (come eritromicina), farmaci antiaritmici di classe I e III (tutti in grado di indurre torsioni di punta)

13. concomitante uso di farmaci antiaritmici di Classe I o Classe III quali flecainide, propafenone, chinidina, disopiramide, dofetilide, sotalolo, amiodarone.

14. concomitante uso di dabigatran.

Non è raccomandato con

1. concomitante uso con succo di pompelmo o bevande a base di succo di pompelmo.

2. concomitante uso con rifampicina, fenobarbitale, carbamazepina, fenitoina, erba di S. Giovanni (iperico).

Da usare con cautela

1. concomitante uso di digossina, beta bloccanti, calcio-antagonisti, statine,

2. cocomitante uso di antagonisti della vitamina K come warfarin.

Valutazioni da effettuare prima dell'avvio del trattamento

ECG, calcolo della FE e valutazione di sintomi di insufficienza cardiaca congestizia, test di funzionalità epatica, livelli sierici di creatinina, anamnesi farmacologica

Monitoraggi da pianificare

nei 6 mesi successivi all'avvio della terapia

ECG periodici almeno ogni 6 mesi

Test di funzionalità epatica al: 7° giorno, 1°-2°-3°-4°-5°-6° mese

Livelli di creatinina al 7° giorno

 

nel periodo da 6 mesi a 1 anno

ECG al 12° mese

Test di funzinalità epatica al 9° e al 12° mese

 

oltre il 1° anno

ECG periodici ogni 6 mesi

test di funzionalità epatica 

Prescrivibilità a carico del SSN nella Regione Veneto

Nella Regione Veneto il DRONEDARONE è posto a carico del SSN solo se la prima prescrizione è eseguitya dallo specialista in cardiologia operante nelle strutture pubbliche o private accreditate ed unicamente alle seguenti condizioni:

a) tipologia di pazienti: adulti clinicamente stabili con recente episodio di fibrillazione atriale parossistica o pepersistente in cui è stato ripristinato il ritmo sinusale,

b) motivazione per cui è stato prescritto il dronedarone: per il mantenimento del ritmo sinusale in pazienti con aumentata probabilità di recidive di fibrillazione dopo che siano state valutate opzioni alternative di trattamento.

Informazioni importanti per il paziente

1. devi consultare il medico se hai un probema che impedisce al cuore di pompare adeguatamente il sangue in tutto il corpo come dovrebbe (insufficienza cardiaca). Potresti soffrire di gonfiore ai piedi o alle gambe, di problemi respiratori quando sei disteso o dormi, di mancanza di respiro mentre ti stai muovendo o di aumento di peso.

2. informa immediatamente il medico se sviluppi uno di questi segni e sintomi di problemi al fegato: dolore o malessere a livello dello stomaco (addominale), perdita di appetito, nausea, vomito, ingiallimento della pelle o del bianco degli occhi (ittero), inusuale colore scuro delel urine, affaticamento (specialmente in associazione agli altri sintomi sopra descritti), prurito.

3. Devi consultare il medico se presenti affanno o tosse secca.

4. Il DRONEDARONE (MULTAQ)  intergisce con diversi medicinali (contatta sempre il tuo medico prima di prendere qualsiasi altro farmaco che necessiti o meno di ricetta medica).

- se consulti altri medici devi sempre informarli che stai assumendo DRONEDARONE (MULTAQ),

- non devi assumere erba di San Giovanni (iperico),

- devi evitare di bere succo di pompelmo o bevande a base di succo di pompelmo.

Creato da:  dott. Leonardo Di Ascenzo, MD, PhD

Data pubblicazione:   24/10/11
Data di modifica:  21/01/15
 
 

Informazioni sullo studio

dott. Leonardo Di Ascenzo, MD, PhD

Cardiologia

Ulteriori dettagliTariffarioContattami


Questo sito non deve essere utilizzato in sostituzione delle visite mediche.