Ai contenuti

Guida medica personale

asma e allergia

consigli pratici per gli allergici agli acari

consigli pratici per gli allergici agli acari

 se vi e' stata diagnosticata una allergia respiratoria agli acari seguite scrupolosamente quanto allegato per ridurre il rischio di insorgenza dei sintomi respiratori (asma,rinite, etc...)


Dieci suggerimenti utili per chi è allergico agli acari

Materassi e cuscini devono entrambi essere avvolti in involucri impermeabili agli allergeni, ma traspiranti (1). Se nella camera della persona allergica ci sono più letti è opportuno adottare per tutti analoghi accorgimenti (1). I bambini allergici dovrebbero evitare di andare a dormire nella camera dei genitori se in questa non si adottano gli stessi provvedimenti. Nessun materasso è privo di allergeni, anche quelli in lattice contengono acari al contrario di quanto comunemente ritenuto (2). I cuscini ed i materassi in materiale sintetico contengono una qantità di acari maggiore rispetto a quelli di piuma(3). La base del letto dovrebbe essere a doghe e quindi facile da pulire

 

  1. Copricuscino e coprimaterasso impermeabili agli acari devono essere passati ogni settimana con un panno umido o con aspirapolvere e lavati ogni 2 mesi alla temperatura di 60°C, (se non vengono lavati si possono accumulare acari anche nel copricuscino­coprirnaterasso) (4). Le coperte o i piumini devono essere ricoperti con copricoperta-copripiumone in tessuto impermeabile agli acari e traspirante, lavabili a 60°C. In alternativa può essere utile l'impiego di piumoni e coperte realizzate in tessuto impermabile agli acari e traspirante. Meglio utilizzare lenzuola e federe in cotone a trama fitta che non lasci passare i detriti cutanei e lasciare il letto sfatto per alcune ore per arieggiarlo, consentendo una riduzione di temperatura ed umidità.
  2. Le lenzuola e le federe devono essere lavate ogni settimana a temperatura di 60°C. Poiché gli acari non vengono uccisi con lavaggi a temperature inferiori, tutti gli indumenti od oggetti (animaletti di pelouche) che non possono essere lavati a tali temperature possono essere messi nel freezer di casa per 12-24 ore e lasciati poi a temperatura ambiente per 30-60 minuti e quindi lavati delicatamente. In alternativa al congelamento è possibile uccidere gli acari facendo un lavaggio con benzil benzolato alla soluzione finale dello 0,03% pari a 3ml in 10 litri di acqua oppure 20 ml di olio di eucalipto in 10 litri di acqua. Si lascia in ammollo per 1 ora con l'aggiunta di detersivo per sciogliere l'olio e poi si lava.
    1. Piccoli oggetti che accumulano polvere come libri o giochi devono essere tenuti il più possibile in cassetti o armadi. I vestiti, chiusi negli armadi, dovrebbero essere contenuti in appositi sacchi di plastica. Non si dovrebbero tenere in camera da letto gli indumenti che non si usano. Sono da preferire giocattoli in gomma o in legno.
    2. Tappeti e moquette devono essere eliminati, anche l'aspirapolvere più potente non riesce ad aspirare gli acari vivi dai tappeti e dalle moquette e da queste sedi reinfestano letto e vestiti. È consigliabile il pavimento in ceramica o marmo, è accettabile il legno o linoleum che devono essere passati con un panno umido tutti i giorni. Si è dimostrata molto efficace la pulizia con vapore (150°C) che uccide gli acari e distrugge le loro particelle fecali responsabili dell'allergia.
    3. Le pulizie domestiche dovrebbero essere fatte con un aspirapolvere ad alta tecnologia che elimina i sacchetti ed utilizza un prefiltro ad acqua ed un filtro ad alta efficienza lavabile che impedisce la dispersione nell'aria degli allergeni, possibilmente dotato di una caldaia che genera vapore a 150°C. L'impiego contemporaneo del vapore e dell'aspirazione consente di pulire a fondo e di igienizzare l'ambiente eliminando gli acari senza aumentare l'umidità.
    4. La camera da letto deve essere arredata con mobili semplici e facili da pulire. Le tende pesanti e le veneziane devono essere sostituite con tende a vetro di cotone o tessuto sintetico facilmente lavabile. Nella camera da letto i mobili imbottiti devono essere sostituiti con quelli in legno o laminato, facili da pulire con un panno umido. I divani e poltrone in stoffa possono essere rivestiti con tessuto impermeabile agli acari e traspirante e/o puliti con vapore a 150°C.
    5. Non aumentare l'umidità ambientale che favorisce la crescita degli acari. È quindi controindicato l'uso dell'umidificatore. Durante o dopo un'attività domestica che produce umidità (cucinare, fare la doccia) è opportuno arieggiare le stanze (la presenza di condensa sui vetri delle finestre e sullo specchio del bagno è indice di inadeguata ventilazione). Evitare di dormire nelle stanze al pianterreno o seminterrato, molto più umide e con più acari di quelle ai piani superiori (6). In queste stanze andrebbe eventualmente utilizzato un deumidificatore (7)
    6. Smettere di fumare! Il fumo attivo e passivo è la fonte di inquinamento più pericoloso, molto più di quello provocato dalle attività industriali o dal traffico automobilistico. Chi è esposto al fumo passivo ha un rischio aumentato di 2-3 volte di sviluppare malattie allergiche rispetto a chi non è esposto.
    7. Scegliere opportunamente le località di vacanza. Chi è allergico agli acari dovrebbe evitare le zone marine umide e preferire l'alta montagna (al di sopra dei 1500 metri non si trovano acari) (8). Chi sceglie il mare dovrebbe portare con sé il copricuscino e il coprimaterasso o preferire alberghi che dispongono di stanze in cui viene attuata la profilassi ambientale.

Creato da:  Dott. Giorgio Conforti

Data pubblicazione:   02/10/10
 
 

Informazioni sullo studio

Dott. Giorgio Conforti

Pediatra

Contattami


Notifica fuori sede

Sarò assente dal
13/08/2019 al 13/08/2019

Sostituto: jamone roberto

attenzione  nella sola giornata di martedì 13 agosto sono assente anche se contattabile sul cell 3441313727, mi sostituisce il dr Roberto Jamone 010 3629995 cell 3207229876 ,lo studio di corso firenze sara chiuso e riaprira normalmente mercoledì 14 agosto

grazie

 


Questo sito non deve essere utilizzato in sostituzione delle visite mediche.