Ai contenuti
Sei in:  Home page

Benvenuto nel mio sito di medicina vascolare e dermatologia

Mappa del sito

Ulteriori informazioni su...

  • vene varicose e fitoterapia

    vene varicose e fitoterapia

    In questa sede si tratta della fitoterapia e le sue indicazioni in campo flebologico
    Leggi

    File
  • Sclerosi della vena safena esterna

    Sclerosi della vena safena esterna

     La vena safena esterna drena il sangue dalla parte laterale del piede, decorre dietro al polpaccio per immettersi, a manico d'ombrello, nella maggior parte dei casi, dentro la vena poplitea a livello del cavo popliteo. E' possibile sede di varici che possono provocare disturbi sia estetici che, nei casi più importanti,anche funzionali con gonfiore alla caviglia e varicosità localizzate lungo il tratto safenico stesso e la caviglia. Il trattamento sclerosante con metodo Tessari è molto efficace e duraturo nel trattamento di questa patologia, nela videoclip si osserva la mousse di sclerosante, più brillante riempire tutto il tratto terminale della vena fino alla crosse o giunzione safeno poplitea
    Leggi

    Video
  • Fattori di rischio per cardiopatie e malattie vascolari

    Fattori di rischio per cardiopatie e malattie vascolari

    Quasi tutti hanno parenti o conoscenti che hanno avuto un infarto del miocardio o un ictus. Solo pochi però conoscono i fattori di rischio personali relativi alle malattie cardiovascolari. Alcuni di questi fattori di rischio, come l’età o la predisposizione ereditaria, non possono essere modificati. Invece rischi quali il sovrappeso, l’elevato livello di grassi nel sangue o l’ipertensione possono essere influenzati con successo. Chi conosce il pericolo e si comporta in modo adeguato può ridurre in modo netto il rischio di avere un infarto del miocardio o un ictus.
    Leggi

    Testo
  • L’epatite C si può trattare

    L’epatite C si può trattare

    L’epatite C è una malattia infettiva che viene trasmessa mediante il contatto con il sangue della persona infetta. Oggi, grazie alla somministrazione di interferone, ormone tissutale, in associazione con altri farmaci, è possibile trattare anche questa malattia.
    Leggi

    Testo
  • fitoterapia non indicata in gravidanza

    fitoterapia non indicata in gravidanza

     Erbe dannose in gravidanza Il momento più a rischio rimane sempre il primo trimestre di gravidanza dove è consigliato evitare qualsiasi rimedio, sia farmaceutico che naturale per non interferire in alcun modo con lo sviluppo del feto, poiché il rischio è l’influenza di sostanze che possono portare a malformazioni o danneggiare le funzioni fisiologiche del nascituro. Superato il primo trimestre, se insorgono dei disturbi, come per esempio l'insonnia, è bene utilizzare le erbe per brevi periodi e sempre sotto controllo medico. Per i malesseri tipici della gravidanza, come la stitichezza, qualche rimedio naturale può essere quindi di aiuto. Nel caso della stitichezza ad esempio, causata dal bambino che cresce nella pancia comprimendo l'intestino della mamma e rendendo più difficile lo svuotamento delle feci, solitamente si ricorre a rimedi naturali come lassativi e purganti, ma in gravidanza sono da considerarsi pericolosi perché possono provocare contrazioni e spasmi che potrebbero portare ad un aborto o ad un anticipo della nascita. Tra le erbe da evitare quindi vi sono frangula, rabarbaro, senna, cascara e aloe che contengono gli antrachinoni. L’aloe in particolare contiene aloina, principio attivo ad azione lassativa purgante, anche se è possibile usarla sotto forma di preparazioni in gel di aloe vera dove questa sostanza viene rimossa. Altre piante da evitare sono l’artiglio del diavolo, l’iperico, il salice, il ginko, il ginseng, il fucus, il partenio e l’uncaria: alcune di queste provocano una stimolazione di contrazioni uterine, altre invece sono fluidificanti del sangue o servono al dimagrimento, sconsigliate poiché la madre deve aumentare di peso. Molte piante contenenti oli essenziali, come la menta, l’arancio amaro e il finocchio, sono da escludere perché troppo concentrate: si corre infatti il rischio di scatenare allergie o attivarne la predisposizione nella crescita del bambino. Anche gli alimenti e le piante comuni come la salvia, l’aglio, il carciofo, la liquirizia sono da evitare o controllarne l’utilizzo in gravidanza.
    Leggi

    Testo

Informazioni sullo studio

Dott. Giampaolo Dogà

Medicina vascolare, ecografia generale e vascolare.Scleroterapia ecoguidata,ecodoppler venoso,arterioso,tronchi sovraortici,dermatologia estetica

Ulteriori dettagliContattami

Indirizzo struttura

Studio Manzoni
via Manzoni 9/H
Maerne di Martellago
30030 Ve

Tel.:  3382947171
Cellulare :  3382947171

Orari di apertura:

LUNEDI             09.00 - 12.00

MERCOLEDI   16.00 - 19.00

VENERDI         17.00 - 19.00

SABATO            09.00 - 12.00

 

posso essere contattato attraverso il numero di cellulare dal lunedi al venerdi dalle ore 09.00 alle ore 12.00

 

 



Parcheggi nelle vicinanze

Nello studio si effettuano, su appuntamento, ecocolordoppler vascolari arteriosi e venosi ed ecografie di pertinenza internistica, terapia ecoguidata di varici safeniche, trattamento bidimensionale su capillari con transilluminescenza. Chirurgia dermatologica con radiofrequenza.

 


come raggiungerci


Sezione di ecografica

Il testo qui



Sezione di medicina naturale

Il testo qui



Sezione di radiofrequenza contro gli inestetismi

Il testo qui



sezione di diagnostica ecografica

Il testo qui




Questo sito non deve essere utilizzato in sostituzione delle visite mediche.