Ai contenuti
Sei in:  Home page  > Esami Diagnostici  > Ecografia

Esami Diagnostici

Ecografia

1 Documento(i) in questa sottorubrica / sottotitolo

trattamenti erogati:
trattamenti erogati:
 L’esame ecografico utilizza ultrasuoni. Quando gli ultrasuoni incontrano strutture che, totalmente o in parte, hanno una impedenza acustica molto diversa tra loro (ad esempio liquido e aria, oppure liquido e osso), vengono totalmente riflessi, rendendo così impossibile lo studio ecografico. Per questo motivo fisico l’ecografia presenta difficoltà nello studio di visceri contenenti aria (es. polmoni, tubo digerente) o racchiusi in strutture ossee (es. encefalo negli adulti). Le potenzialità diagnostiche dell’ecografia si esprimono al meglio nello studio di organi parenchimatosi (fegato, reni, milza, tiroide, muscoli) e nelle strutture a contenuto liquido (vescica, vasi). L’ecografia doppler sfrutta la variazione di frequenza degli echi riflessi quando l’onda sonora incidente incontra una struttura in movimento (effetto doppler). Questo principio fisico permette di ottenere immagini colorate da parte delle strutture in movimento (es. sangue all’interno dei vasi), studiandone così le caratteristiche di flusso. Gli ultrasuoni non causano danno biologico e pertanto l’ecografia è un esame privo di rischi e senza alcuna controindicazione e pertanto viene frequentemente utilizzata nelle valutazioni pediatriche e fetali.
Leggi
Testo

Informazioni sullo studio

Dott. Francesco Niutta

Medicina interna

Ulteriori dettagli

Questo sito non deve essere utilizzato in sostituzione delle visite mediche.