Ai contenuti

Consigli pratici

Alimentazione

Dieta Mediterranea

Dieta Mediterranea

 Informazioni



Dieta mediterranea

Dieta mediterranea

 Il termine dieta è comunque improprio poiché più che  di un vero e proprio programma dietetico, si tratta di uno stile alimentare  fatto di  regole  e di abitudini ispirate alla tradizione mediterranea.
mediterranea dieta diete

mediterranea dieta diete

Negli  anni 50 Ancel Keys, un nutrizionista americano,  si accorse che le popolazioni  del bacino mediterraneo erano meno suscettibili  ad alcune patologie rispetto  agli statunitensi. Da questa osservazione nacque  l'ipotesi che la dieta  mediterranea fosse in grado di  aumentare la longevità di chi la seguiva. Lo stesso studioso, tornato in patria,  proseguì per  anni tali ricerche, che culminarono nella stesura del libro Eat  well and stay  well, the Mediterranean way".         In questo libro furono  riportati i risultati del famoso "Seven Countries  Study", che per vent'anni  monitorò dieta e condizione di salute di 12.000 persone  di età compresa tra i  40 ed i 60 anni, residenti in diversi Paesi come  Giappone, USA, Olanda,  Jugoslavia, Finlandia e Italia. L'ipotesi iniziale di  Keys era a quel punto  confermata e la dieta  mediterranea fu proposta al mondo intero come il regime alimentare ideale  per ridurre l'incidenza delle cosiddette  "malattie del benessere"         A  partire dagli anni '70  si cercò pertanto di diffondere le abitudini alimentari  tipiche della dieta  mediterranea anche negli Stati Uniti. Cereali ,  verdure, frutta, pesce ed olio  di oliva furono proposti come alternativa ad una  dieta troppo ricca di grassi,  proteine e  zuccheri.       Per riassumere tutti i princìpi della dieta mediterranea e  far presa sulla  popolazione fu proposta negli anni '90 una semplice piramide  alimentare che  riportava  la distribuzione in frequenza e quantità  degli alimenti  nell'arco della giornata. In particolare alla sua base si  trovavano gli  alimenti da consumare più volte al giorno mentre all'apice  venivano riportati i  cibi da limitare.
Punti cardine della  dieta mediterranea

La dieta mediterranea è incentrata soprattutto sulla corretta scelta degli   alimenti mentre l'aspetto calorico gioca un ruolo di secondo piano. Ad un uomo   adulto occorrerebbero ogni giorno circa 2500 calorie di cui il 60% dovrebbe  provenire da carboidrati, il 20% da lipidi e solo il 10%  da proteine. I princìpi più importanti della dieta  mediterranea sono  contenuti nelle seguenti linee guida:

  • Maggiore consumo di proteine vegetali  rispetto a  quelle animali
  •           Riduzione dei grassi saturi  a  favore di  quelli vegetali insaturi
  •           Riduzione della quota calorica globale
  •           Aumento dei carboidrati complessi a  sfavore di  quelli semplici
  •           Elevata introduzione di fibra  alimentare
  •           Riduzione del colesterolo
  •           Il consumo di carne bianca è prevalente rispetto  a quella rossa,  ed è comunque limitato a una o due volte la settimana. Maggiore  è invece il  consumo di pesce e legumi
  •           I dolci sono consumati solo in occasioni  particolari
  •           La dieta mediterranea prevede inoltre una drastica riduzione del  consumo di:  insaccati, super alcolici, zucchero bianco, burro, formaggi grassi, maionese,  sale bianco, margarina, carne  bovina e suina (specie i tagli  grassi), strutto e  caffè.

Creato da:  Dott. Francesco Niutta

Data pubblicazione:   10/03/13
 
 

Informazioni sullo studio

Dott. Francesco Niutta

Medicina interna

Ulteriori dettagli

Questo sito non deve essere utilizzato in sostituzione delle visite mediche.