Ai contenuti
Sei in:  Home page  > Cura Ferite Difficili  > Le Terapie per le F.Difficili

Cura Ferite Difficili

Le Terapie per le F.Difficili

6 Documento(i) in questa sottorubrica / sottotitolo

Innesto di cute omologa
Innesto di cute omologa
 L'innesto di cute omologa è una procedura - a volta definitiva - che consente dopo curettage del fondo lesionale di coprire un ulcera con materiale biologico in attesa della procedura definitiva di copertura con innesto di cute autologa. La cute è in genere rigettata dopo 20 giorni.
Leggi
Video
Innesto di cellule autologhe coltivate
Innesto di cellule autologhe coltivate
 L'innesto di cellule autologhe coltivate è una delle metodiche ricostruttive-riparative di rigenerazione dei tessuti. Consiste nel prelievo di un frammento di cute del paziente (generalmente di 3-4 cm2) che poi viene adeguatamente "lavorato" in laboratori idonei alla estrazione delle cellule e alla loro coltivazione. La metodica, tecnologicamente avanzata, rende così possibile la produzione di grandi quantità di cellule autologhe (cioè dello stesso paziente) che prima dell'innesto vengono coltivate su strutture tridimensionali costituite in genere da acido jaluronico. Il materiale da innestare è pronto solitamente dopo 20 giorni dal prelievo cutaneo.
Leggi
Video
Tecniche di Rivascolarizzazione Indiretta
Tecniche di Rivascolarizzazione Indiretta
La terapia chirurgica di rivascolarizzazione arteriosa degli arti inferiori permette di ripristinare il flusso periferico che sostiene le ulcere cutanee ischemiche o dove l'ischemia (mancanza della congrua quantità sangue in un dato distretto corporeo, organo o tessuto)sia la causa predominante. Le tecniche di rivascolarizzazione indiretta si applicano per sostenere la chirurgia in pazienti complicati o nei pazienti in cui la chirurgia non possa essere attuata per motivi TECNICI o legati alle condizioni generali del paziente.
In questo video si riporta la relazione del dott. Nasole sulla rivascolarizzazione indiretta effettuata al Congresso ARTERIOPATIA PERIFERICA: I DUBBI AMLETICI organizzato dal Dr. Cristian Nicoletti il 15/3/2013
Link
La Medicazione e il Bendaggio
La Medicazione e il Bendaggio
La Medicazione è la terapia locale di ogni lesione cutanea (ferite chirurgiche e/o Ulcere cutanee) con materiali tradizionali o avanzati. Il Bendaggio è un tipo di fasciatura di un arto (in genere l'arto inferiore)affetto o meno da lesione cutanee -in genere ulcere cutanee - per mezzo di materiali (fasce/bende) specifici.
Leggi
Video
La Riparazione tissutale
La Riparazione tissutale
E' la soluzione - in genere chirurgica - che consiste nell'induzione della guarigione di un danno cutaneo (ulcera cutanea di varia origine) con materiali avanzati tecnologicamente, forniti dall'industria, per accelerare-indurre la cicatrizzazione. Sono i materiali-sostituti del derma- che conducono alla definitiva guarigione o che preparano il paziente all'intervento definitivo di ricostruzione con innesto cutaneo autologo. Nella sezione I MIEI VIDEO è possibile accedere alle comuni tecniche di riparazione tissutali.
Leggi
Video
L'ossigenoterapia iperbarica
L'ossigenoterapia iperbarica
Poichè l’ipossia (cioè la diminuita presenza di ossigeno a livello della pelle) è l’elemento determinante nella persistenza delle ulcere cutanee, qualsiasi sia la loro natura (vascolare, metabolica, immunologica), nel protocollo di cura delle ulcere è previsto l’uso dell’ossigenoterapia iperbarica quando persistano condizioni di scarso flusso di sangue (nonostante il tentativo chirurgico con angioplastica e by-pass o l’infusione dei prostanoidi) o quando sia presente un’infezione.
Leggi
File

Informazioni sullo studio

Dott. Emanuele Nasole

Dermatologia-Venereologia

Ulteriori dettagliTariffarioContattami


Questo sito non deve essere utilizzato in sostituzione delle visite mediche.