Ai contenuti

Prevenzione Personale

Prevenzione della patologia

Conoscere l'Aneurisma dell'aorta addominale

Conoscere l'Aneurisma dell'aorta addominale

Un semplice esame che può salvare una vita


 

L’Aneurisma dell’aorta addominale (AAA) è una dilatazione dell'aorta addominale, più frequentemente del suo tratto sottorenale. Le cause determinanti sono essenzialmente legate all'aterosclerosi, patologia che comporta un'alterazione strutturale della parete arteriosa stessa, che perde la sua elasticità e quindi la capacità di mantenersi indeformabile sotto gli stimoli della pressione. A ogni spinta pressoria, dunque, l'aorta si dilata, innescando un processo irreversibile: l'evoluzione naturale di un aneurisma è quella di andare incontro a una dilatazione progressiva, fino ad arrivare alla rottura. Quest'ultima rappresenta un'evenienza drammatica: circa l'80% dei pazienti muore prima di arrivare in ospedale. Per questo è importante diagnosticare precocemente la malattia, per intervenire prima della fase acuta

Quali sono i fattori di rischio? Innanzitutto l'esistenza nella propria storia personale e familiare di elementi che possano indurre una malattia aterosclerotica. A rischio sono anche i fumatori, gli ipertesi, coloro che hanno subito un infarto del miocardio o problemi di ordine vascolare in altri distretti (come stenosi delle carotidi o disturbi agli arti inferiori), pazienti affetti da broncopneumopatia cronica ostruttiva.

Si può fare qualcosa per prevenire l'AAA? Il controllo pressorio rappresenta il passaggio più importante nella prevenzione della dilatazione dell’aorta addominale, o quanto meno nel rallentare il più possibile la sua evoluzione. È utile intraprendere uno stile di vita il più possibile sano, preferendo una dieta mediterranea ricca di frutta e verdura, affiancata da esercizio fisico quotidiano moderato in modo da controllare il peso corporeo. La completa astensione dal fumo riduce il rischio di problemi cardiovascolari in genere ma anche di quei numerosi problemi respiratori quali la BPCO (broncopatia cronica ostruttiva) che può favorire l'accrescimento dell'aneurisma.

Come si effettua la diagnosi? Come gran parte delle malattie vascolari, l'aneurisma dell’aorta addominale non ha una specifica sintomatologia. Finché si mantiene entro diametri contenuti l'aneurisma può essere anche totalmente asintomatico. A volte si accompagna a dolori dorso-lombari o addominali dovuti alla compressione esercitata dall'aneurisma sui corpi vertebrali e sulle radici nervose, non distinguibili, però, da dolori in queste sedi legati ad altre problematiche. L’esame elettivo per diagnosticare la patologia è costituito dall'ecocolor-doppler addominale. Si tratta di un esame non invasivo, che consente di rilevare la dilatazione dell'aorta, di localizzare esattamente la sede dell'aneurisma e di misurare i diametri dell'aorta stessa. L’esame richiede pochissimo tempo (meno di 5 minuti) ma risulta essere di fondamentale importanza specie se eseguito da personale medico esperto.

Creato da:  Dott. Luca Santoro

Data pubblicazione:   19/11/16
Data di modifica:  14/11/11
 
 

Informazioni sullo studio

Dott. Luca Santoro

Medicina interna

Ulteriori dettagliTariffario

Questo sito non deve essere utilizzato in sostituzione delle visite mediche.