Ai contenuti
Sei in:  Home page  > Le Patolologie Dolorose  > Il Fuoco di Sant'Antonio

Le Patolologie Dolorose

Il Fuoco di Sant'Antonio

1 Documento(i) in questa sottorubrica / sottotitolo

Il Fuoco di Sant'Antonio (Herpes Zoster)
Il Fuoco di Sant'Antonio (Herpes Zoster)
 E’ abbastanza frequente, specie negli anziani, la comparsa improvvisa di un intenso bruciore lungo una striscia del torace o dell’addome o in una parte del viso (la fronte, l’orbita e la tempia), questo dolore, ben noto nella cultura popolare come “fuoco di Sant Antonio” e in medicina col nome di “herpes zoster” è prodotto da un’infezione virale da parte del Virus Varicella-Zoster Nel giro di poche settimane il bruciore, che nei primi giorni è violento e quasi intollerabile, regredisce e sulla pelle, al posto dell’arrossamento e delle bolle, restano piccole cicatrici biancastre. In un certo numero di casi, però, specialmente negli anziani, l’evoluzione della malattia non è così favorevole: infatti, mentre l’arrossamento e le bolle sulla pelle guariscono entro poche settimane, il dolore persiste per molti mesi, poi tende a migliorare e finalmente a risolversi. In qualche caso ancor meno fortunato, guarita la pelle, il bruciore continua…per sempre, originando la “nevralgia post-herpetica”, una malattia non grave per la sopravvivenza del paziente ma gravissima per la sua qualità di vita.   
Leggi
Testo

Informazioni sullo studio

Dott. Marco La Grua

Master in Terapia del Dolore

Ulteriori dettagliContattami

Questo sito non deve essere utilizzato in sostituzione delle visite mediche.