Ai contenuti
Sei in:  Home page

Trattamenti Artrosi e Tendinopatie: Infiltrazioni Ecoguidate, Fattori di Crescita Autologhi (PRP), Acido Ialuronico, Botulino, Cortisonici e anestetici

Trattamenti Artrosi e Tendinopatie: Infiltrazioni Ecoguidate, Fattori di Crescita Autologhi (PRP), Acido Ialuronico, Botulino, Cortisonici e anestetici

L'infiltrazione è il deposito per iniezione di una sostanza medicamentosa su una struttura anatomica; si può ricorrere alla guida ecografica per maggiore precisione. E' possibile veicolare molte sostanze: il PRP (Fattori di Crescita piastrinici) ed il botulino, innovativi approcci nell'artrosi e nelle tendinopatie sportive; l'Acido Ialuronico, componente naturale di molti tessuti umani, utilizzato per l'artrosi delle principali articolazioni; anestetici ed antinfiammatori per diagnosi o il trattamento in malattie della colonna.


Le Infiltrazioni Eco-guidate

L'infiltrazione è una metodica che consente il deposito per iniezione di una sostanza medicamentosa direttamente su un bersaglio anatomico. Rispetto ad altre modalità terapeutiche ha indubbi vantaggi: la possibilità di utilizzare prodotti non assorbibili per altre vie, la concentrazione di principio attivo che si ottiene dove serve (impossibile con metodiche topiche, come i cerotti antinfiammatori), la riduzione di effetti collaterali tipici della somministrazione per bocca (ad esempio del cortisone).

La guida ecografica consente la precisa visualizzazione morfologica e viene utilizzata: per distretti  profondi (ad esempio l'articolazione dell'anca); nei casi in cui ci sia rischio di pungere strutture "nobili" (quali gli assi vascolonervosi) per vicinanza; qualora si richieda grande precisione (m.piriforme, faccette vertebrali, articolazione sacroiliaca); per ottenere risultati attendibili in tecniche sofisticate (utilizzo di PRP o botulino).

Trattamenti con PRP (Fattori di Crescita Autologhi, Concentrato o Gel Piastinico) e cellule Staminali nelle Tendiniti e nell’Artrosi

Le piastrine sono piccole cellule che circolano nel sangue che "guidano" la rigenerazione di tutti i tessuti del corpo attraverso il rilascio di particolari sostanze, i Fattori di Crescita. Il PRP non è altro che un preparato derivato dal sangue (del paziente stesso) attraverso un processo di grande concentrazione dei Fattori più importanti. Non vi sono noti effetti collaterali quali allergie o intolleranze, è privo di tossicità, stimola i processi riparativi e la crescita dei tessuti lesi sui quali è applicato attraverso l'attivazione della proliferazione cellulare, dei normali processi bioriparativi e rigenerativi, l'attivazione delle cellule staminali mesenchimali adulte ed un naturale effetto antinfiammatorio. Cellule Staminali Midollari possono essere aggiunte alla preparazione di PRP, previo prelievo midollare ed adeguato trattamento. I risultati clinici sono descritti nella recente letteratura biomedica internazionale in due campi distinti: l’Artrosi e le Tendinopatie. L’iniezione deve avvenire sotto guida ecografica (senza utilizzo di radiazioni); vi è crescente evidenza scientifica che l'accuratezza correli infatti con l'efficacia, dunque con un buon risultato finale.  

Le indicazioni "sportive"  includono: tendinopatia epicondiloidea, detta anche gomito del tennista o del golfista, tendinite achillea (retro del piede), tendinite rotulea ("ginocchio del saltatore") o quadricipitale, pubalgia, calcaneodinia plantare (detta anche fascite plantare), esiti di distorsione di caviglia, lesioni muscolari. A seconda del grado di degenerazione del tendine, in alcune tendinopatie è necessario associare particolari procedure come la Scarificazione (o Tenotomia) percutanea ecoguidata o il Microdebridment a Radiofrequenze, per ottimizzare l'effetto (vedi pagina dedicata per una descrizione delle metodiche). 

La metodica PRP è stata utilizzata da celebri atleti, tra cui il campione di Golf Tiger Woods (lo sportivo più pagato del pianeta) e celebri giocatori di Football Americano. E' possibile consultare onine servizi divulgativi già trasmessi sulla TV sportiva ESPN e sul canale ABC .

Le indicazioni in patologie degenerativa includono l'artrosi d'anca, ginocchio ed altre articolazioni.

Alcuni casi refrattari di tendinopatia o di artrosi (ed altre patologie degenerative croniche) inclusa la patologia della Colonna Vertebrale, possono dipendere dal coinvolgimento del tessuto nervoso periferico; ad esempio nella pubalgia non è infrequente il coinvolgimento dei nervi ileoinguinale e genitofemorale. Il fenomeno è tanto più frequente quanto più a lungo si sia subito il processo patologico prima di iniziare terapie idonee. In queste condizioni può essere utile il ricorso a varie tecniche di Neuromodulazione, descritte nella pagina dedicata su questo sito

La Neuromodulazione può rappresentare una valida alternativa all'intervento chirurgico di Protesi articolare (ad esempio d'anca o ginocchio) in casi selezionati, oltre ad essere uno dei trattamenti possibili in caso di protesi dolorosa.

Le Infiltrazioni articolari di Acido Ialuronico nell’ Artrosi d’Anca, Ginocchio, Polsi, Gomiti, Spalle, Caviglie, Mani e Piedi ecc

Le infiltrazioni articolari servono ad interporre tra i capi articolari malati (per artrosi) un composto con caratteristiche farmacologiche e fisiche favorevoli - cioè viscosità per ottenere un "effetto cuscinetto". L’Acido Ialuronico un componente naturale di molti tessuti umani e si è rivelato molto efficace per questo scopo. Viene prodotto sinteticamente, quindi il suo utilizzo non comporta il rischio di trasmissione di infezioni o rigetto. Esistono due principali tipi di acido ialuronico, ad alto o basso peso molecolare, utilizzabili in momenti diversi dell'evoluzione dell'artrosi. Per incrementare la capacità dell'Acido Ialuronico di "nutrire" la cartilagine sono state realizzate recentemente formulazioni con un principio aggiuntivo, la condroitina, componente naturale della cartilagine umana. Un'ulteriore alternativa di ultima generazione, con caratteristiche di "device" simili a quelle indicate sopra è rappresentata dal gel di Polinucleotidi. Le infiltrazioni possono rimandare a tempo indeterminato l'evoluzione della patologia degenerativa, ritardando o abolendo la necessità di impegnativi interventi chirurgici (es. le protesi). Indicazioni particolari sono quelle in ambito sportivo.

Le Infiltrazioni Cortisoniche/ Anestetiche nell’Artrosi, Tendinopatie, Malattie Stenosanti e in Patologie della Colonna

Il Cortisone è un potente farmaco antinfiammatorio, utilizzato da molti anni. Le formulazioni più usate in patologia muscoloscheltrica sono “depot”, ovvero si sciolgono lentamente dal sito di inizeion. Il più tradizionale utilizzo è quello antinfiammatorio, per il quale può entrare in gioco in una molteplicità di patologie tra cui:

- tendinopatie (vedi PRP per confronto)

- artrosi delle grandi articolazioni, delle “faccette articolari”/disco, lombalgia e cervicalgia

- malattie stenosanti, come la s. del piriforme, la s. di De Quervain, il dito a scatto ecc

- come elemento di Neuromodulazione nella S. del Tunnel Carpale – v. pagina dedicata sul sito

- nella diagnosi (block test) e nel trattamento di patologie della colonna, come la sindrome delle faccette, la Sacroileite o alcune forme di Discopatia, vedi sezione dedicata su questo sito.

- come test diagnostico di conferma oltre che come prima linea di terapia di particolari patologie, come la sindrome del piriforme, la sindrome da frizione della bendelletta ileotibiale ecc

La Tossina Botulinica

Ulteriore frontiera nel trattamento di tendinopatie refrattarie, sopratutto in alcuni distretti come nel caso della pubalgia. L'iniezione determina, oltre che una riduzione del dolore per effetto diretto, un rilassamento "forzoso" del distretto muscolare responsabile di sovraccarico, reversibile in pochi mesi. Tale stato agisce in analogia al gesso o tutore nele fratture: consente una riparazione altrimenti impossibile. E' necessario associare specifici protocolli riabilitativi.

Creato da:  Dott. Davide Caldo

Data pubblicazione:   16/12/12
Data di modifica:  18/05/13
 
 

Informazioni sullo studio

Dott. Davide Caldo

Ortopedia

Ulteriori dettagliContattami


Questo sito non deve essere utilizzato in sostituzione delle visite mediche.