Ai contenuti

Dr. Massimiliano Bellisario - Medico di Famiglia

Una mela al giorno...

Alimentazione consapevole

Soffro di gastrite: qual'è la dieta migliore?

Soffro di gastrite: qual'è la dieta migliore?

La gastrite è un processo infiammatorio acuto o cronico della parete gastrica, correlato o meno alla acidità. I sintomi classici del disturbo sono: acidità, che in genere il cervello interpreta come "sensazione di stomaco gonfio", digestione lenta e laboriosa, con eruttazione acida, sapore amaro in bocca, o più spesso come dolore, bruciori e crampi allo stomaco. Vediamo quali accorgimenti adottare per risolvere questo problema.

 

La gastrite è una condizione di infiammazione, che può essere acuta o cronica, della mucosa del nostro stomaco. Quando quest'ultimo produce più succo gastrico di quanto ne serva, porta ad una sintomatologia caratteristica e conosciuta da molti: l'acidità.
Assumendo che siate già state visitati da un medico che abbia valutato l'assenza di altre patologie che hanno bisogno di una vera e propria terapia (come l'ulcera gastrica o l'infezione da Helicobacter pylori ad esempio), si può assumere che l'iperacidità può essere combattuta con dei piccoli accorgimenti da osservare a tavola e nella vita quotidiana.



Uno stomaco

Uno stomaco


Il Decalogo Anti-Gastrite:

1.    eliminare l'alcol: è alla base della cattiva digestione e ormai è stato dimostrato che i famosi polifenoli (antiossidanti) contenuti nel vino sono in contenuto troppo basso per avere un effetto benefico;
2.    smettere di fumare: la nicotina inalata va ad eccitare le cellule gastriche stimolando la secrezione acida;
3.    fare attenzione ai farmaci che si assumono: gli analgesici e gli antiinfiammatori sono notoriamente dei farmaci gastrolesivi, e anche la famosa "aspirinetta" presa come antiaggregante per proteggere il cuore e altri organi;
4.    mangiare con calma e lentezza: anche gli antichi dicevano che la prima digestione avviene in bocca (prima digestio fit in ore) e quindi una buona masticazione è alla base della corretta digestione, ma anche lo stress e le preoccupazioni della vita quotidiana contribuiscono in maniera determinante all'aumento di acidità gastrica;
5.    mangiare poco e spesso: fare tanti e piccoli pasti durante la giornata è molto meglio di un pranzo ed una cena da matrimonio, e si sfrutta la capacità dei cibi stessi di neutralizzare l'acidità; inoltre è semplice immaginare che cibi pesanti da digerire favoriscano la produzione di acido, quindi è meglio preferire alimenti leggeri e a basso tenuto calorico e proteico;
6.    attenzione a cosa si beve: favorire l'utilizzo dell'acqua di rubinetto (molto alcalina perchè contiene il carbonato di calcio che protegge anche dall'osteoporosi) e il latte, famoso per essere un alimento alcalino, che agisce immediatamente facendo aumentare il pH dall'acido verso il neutro (effetto tampone), mentre le bibite gassate ed i succhi di agrumi andrebbero assolutamente evitati;
7.    evitare per quanto possibile té, caffè e cioccolata: sono alimenti che stimolano direttamente la secrezione acida;
8.    eliminare spezie ed additivi alimentari: pepe, peperoncini, paprika, glutammato...niente di più controindicato per proteggere la mucosa gastrica dall'ipersecrezione!
9.    preferire le carni magre e non usare grassi animali: cucinatele direttamente alla piastra, non usate burro o olii vari; inoltre imparate ad associarci sempre un'insalata condita con poco olio (meglio se di semi di girasole - più ricco di omega3 e omega6) e poco sale: aiuta a raggiungere prima la sensazione di sazietà;
10.    attenzione a come si conclude il pasto: i dolci, con i loro carboidrati complessi, stimolano la produzione di acido, ed è meglio scegliere frutta non acida, quindi niente agrumi!

 

 

Adottando queste 10 semplici regole aiutiamo noi stessi ed il nostro stomaco a vivere una vita più sana e libera dai sintomi dell'acidità!

 

Per qualsiasi altro consiglio, potete rivolgervi a me tramite il modulo di contatto del sito!

Data pubblicazione:   12/11/11

Creato da:  Dott. Massimiliano Bellisario

 
 

Informazioni sullo studio

Dott. Massimiliano Bellisario

Medico di Famiglia

    Numeri di assistenza e di emergenza

    Continuità Assistenziale (ex Guardia Medica): 0353535

    Emergenza Sanitaria112

    Clicca qui per ulteriori informazioni

    Questo sito non deve essere utilizzato in sostituzione delle visite mediche.