Ai contenuti
Sei in:  Home page

U.O.S. Assistenza Domiciliare Ospedaliera

Assistenza Domiciliare Ospedaliera

Benvenuto/a nel nostro sito web, dove troverete documenti utili, informazioni sulle nostre attività, sugli orari di accesso alla struttura ed i numeri di telefono e gli indirizzi per raggiungere la sede, contattarci, inviare un fax o una email.

Nell'Area Medica sezione modulistica-downloads è possibile scaricare vari documenti utili e/o linee guida correlati alle cure domiciliari o a patologie croniche o rare.

 

Informazioni sullo studio

U.O.S. Assistenza Domiciliare Ospedaliera

Specializzazione principale:
Assistenza Domiciliare III livello e cure palliative

Presentazione del gruppo

L'U.O.S A.D.O., è attiva dal 1999 ed attualmente cura, in collaborazione con le altre articolazioni aziendali, le dimissioni protette,  l'organizzazione e l'assistenza a domicilio ai cittadini con bi ...


Per saperne di più

Amministratore

  • Dott. Giovanni Seccia
    Responsabile Medico
    Specializzazione: Tisiologia e Malattie dell'Apparato Respiratorio, Allergologia ed Immunologia Clinica

Come accedere alle cure domiciliari

In questa sezione sono descritte le modalità di accesso alle Cure Domiciliari socio-sanitarie di III Livello ed alle Cure Palliative per pazienti nella fase terminale della vita

Il Medico di Assistenza Primaria deve fare la richiesta di presa in carico in cure domiciliari alla Porta di Accesso Distrettuale (P.U.A.) specifica per l'età o patologia, utilizzando l'allegato 2 alla delibera 19/2015 Asl Napoli 3 Sud.

 

Le porte uniche di accesso distrettuali sono:

0-18 anni > Unità Operativa Materno Infantile (UOMI)

18-65 anni > Unità Operativa Assistenza Riabilitativa (UOAR)

65 anni in poi > Unità Operativa Assistenza Anziani (UOAA)

Unità Operativa Salute Mentale (UOSM)

Unità Operativa Servizio Tossicodipendenze (Ser.T)

 

Il personale delle P.U.A. accoglie la domanda, effettua una valutazione di I livello e valuta eventuali situazioni di urgenza e/o gravità. 

1) in caso di necessità assistenziali valutate urgenti ed indifferibili trasmette l'autorizzazione del Direttore del Distretto all'U.O.S. Assistenza Domiciliare Ospedaliera per la valutazione e l'attivazione dell'assistenza necessaria nelle more della riunione distrettuale finalizzata alla  redazione condivisa del piano di assistenza domiciliare individualizzato (Unità di Valutazione Integrata/ Unità di Valutazione Multidimensionale);

2) in caso di necessità assistenziali non connotate da urgenza della presa in carico programma l'UVI/UVDM per la pianificazione assistenziale e, in caso di III livello di Cure Domiciliari o Cure Domiciliari per Pazienti Palliativi Terminali affida il Piano Esecutivo d'Intervento (PEI) concordato nella riunione all'U.O.S. A.D.O. per competenza.

Ulteriori informazioni su...

ESC: linee guida sull'infarto miocardico 2012

ESC: linee guida sull'infarto miocardico 2012

Sono state aggiornate a cura dell’European Society of Cardiology (ESC) le linee guida sull’infarto acuto del miocardio con innalzamento del tratto ST (STEMI). Le precedenti raccomandazioni risalivano al 2008. Nel nuovo documento, tra gli argomenti della gestione in emergenza, vengono presi in esame la diagnosi, il controllo del dolore e dell’ansia, l’arresto cardiaco, la gestione pre-ospedaliera, la riperfusione coronarica e la gestione dell’iperglicemia.

European Earth Journal
Link
Linee guida per la gestione della polmonite nei bambini

Linee guida per la gestione della polmonite nei bambini

Sono state pubblicare dalle società Pediatric Infectious Diseases Society (PIDS) e the Infectious Diseases Society of America (IDSA)le linee guida sulla gestione della polmonite nei bambini. Il documento fornisce a tutti i medici che curano i bambini una tabella di marcia per la diagnosi più valida e le raccomandazioni per il trattamento della polmonite.

Leggi
File
Il ritorno della TBC, la prevenzione dimenticata

Il ritorno della TBC, la prevenzione dimenticata

 A confermare la pericolosità di questa malattia tutt’altro che scomparsa, c’è il Rapporto "Tubercolosi in Italia 2008" appena pubblicato dal ministero della Salute. Le 228 pagine del Rapporto sono frutto della collaborazione tra il dipartimento della prevenzione del Ministero della Salute, l’Istituto Superiore di Sanità, l’Agenzia Sanitaria e Sociale della Regione Emilia-Romagna e il Centro Nazionale per la prevenzione e Controllo delle Malattie. Sono 4.418 i casi di tubercolosi registrati nel 2008, più di 7 contagi su 10 si concentrano in appena cinque regioni: Lombardia, Lazio, Veneto, Emilia-Romagna e Piemonte. In particolare, un contagiato su quattro risiede in provincia di Roma o di Milano, valori che superano ampiamente il livello di soglia dei 10 casi per 100.000 abitanti, così come stabilito dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. Particolarmente a rischio sono soprattutto gli anziani e gli stranieri, soprattutto in relazione alla mortalità. La percentuale di TBC multiresistente (MDR) è aumentata rispetto al 2007 attestandosi al 3,7% del totale dei ceppi analizzati, in crescita lieve, ma costante dal 2004.

Leggi
File

Indirizzo struttura

Assistenza Domiciliare Ospedaliera

C/O P.Ospedaliero di Gragnano
Via Marianna Spagnuolo
80054 Napoli

Tel.:  0815352703-0815352780
Fax:  +390815352720
Cellulare :  3939606838

Orari di apertura:

Lunedì - Venerdì dalle 8.00 alle 14.30

Giovedì 8.00 - 14.30 / 15.00 18.30

 



Parcheggi nelle vicinanze

giorni ed orari di accesso per l'utenza:

dal lunedì al venerdì ore 9.00 - 13.00


come raggiungerci

Risorse di personale U.O.S. A.D.O.

 

Responsabile Medico

  • Giovanni Seccia

 

Specialisti ambulatoriali

 

Pneumologia Emilio De Angelis

Fisiatria  Ines Miccio     

 

C.P.S. Infermieri

  • Angela Celotto
  • Guglielmo Longobardi
  • Antonio Martone
  • Teresa Scala

Ass. Amministrativo Alfonso Cavallaro

 

Questo sito non deve essere utilizzato in sostituzione delle visite mediche.