Ai contenuti

Prof. Antonio Aversa - Endocrinologo Andrologo

Prevenzione Personale

Prevenzione della patologia

Conosco i fattori di rischio cardiovascolari

Conosco i fattori di rischio cardiovascolari

Alcune malattie e alcune abitudini di vita possono aumentare in maniera importante il rischio di sviluppo delle malattie del cuore e delle arterie.

Cos'è un fattore di rischio cardiovascolare?

Alcune malattie e alcune abitudini di vita possono aumentare in modo importante il rischio di sviluppo di problemi che coinvolgono il cuore e le arterie.

Queste malattie e queste abitudini vengono chiamate fattori di rischio cardiovascolare.

Ipertensione, diabete, ipercolesterolemia...sono dei fattori di rischio?

Sì. Queste tre malattie hanno degli effetti negativi sul cuore e sulle arterie.

Una malattia che interessa le arterie può avere delle conseguenze su tutti gli organi che irrora.

Così, i reni, gli occhi, il cervello, le gambe e, ovviamente, il cuore possono essere danneggiati.

Quali sono i miei fattori di rischio?

Il fumo: smetto di fumare.

  • Fumare aumenta in maniera molto importante il rischio di sviluppare una malattia cardiovascolare. È necessario calcolare 3 anni dopo aver smesso completamente di fumare per poter considerare nullo questo rischio.

L'alimentazione: non mangio né troppo grasso, né troppo salato, né troppo dolce.

  • Un consumo eccessivo di grassi animali (in particolare di salumi e formaggio) ha come conseguenza la comparsa nel sangue di un eccesso di colesterolo cattivo (LDL) che si deposita sulle pareti delle arterie e rischia di ostruirle.
  • Un consumo eccessivo di sale favorisce l'ipertensione.
  • Un consumo eccessivo di cibi troppo zuccherati favorisce la comparsa del diabete (eccesso di zucchero nel sangue)

L'età, il sesso e i precedenti familiari: ne tengo conto.

  • Donne e uomini non sono uguali. Il rischio inizia attorno ai 60 anni per una donna e ai 50 anni per un uomo.
  • Le persone che hanno un parente di primo grado (padre/madre, fratello/sorella, figlio/figlia) che ha avuto un infarto o che è deceduto in modo improvviso per un problema cardiaco, hanno un rischio più elevato di sviluppare una malattia cardiovascolare.

Lo stile di vita: sto attento.

  • Il consumo di alcool agisce sulle arterie e la circolazione in generale.
  • Il sovrappeso favorisce l'ipertensione.
  • La mancanza di attività fisica è un rischio aggiuntivo.

L'età, il fumo, l'alcool, il diabete, l'ipertensione, l'eccesso di colesterolo e l'ereditarietà aumentano il rischio di soffrire di una malattia del cuore o dei vasi sanguigni. Questo rischio aumenta in maniera molto elevata quando questi fattori sono associati. Un controllo regolare della Sua salute e un buono stile di vita permettono di diminuire il rischio di soffrire di una malattia cardiovascolare.

Redazione a cura di "Malice & Co. (Francia)". Traduzione e revisione a cura del Dott. Fabio Pilato.

Data pubblicazione:   30/04/10
 
 

Informazioni sullo studio

Prof. Antonio Aversa

Endocrinologia e malattie del metabolismo: indirizzo Andrologia

Questo sito non deve essere utilizzato in sostituzione delle visite mediche.