Ai contenuti

Guida medica personale

La patologia

La mia tiroide non funziona bene, comprendo le cause

La mia tiroide non funziona bene, comprendo le cause

Il monitoraggio di un disturbo funzionale della tiroide si basa sul dosaggio degli ormoni tiroidei, soprattutto il TSH. Affinché detti risultati siano i più affidabili possibili, è importante realizzare sempre tale dosaggio nello stesso momento della giornata e nello stesso laboratorio d'analisi.


Quali sono le anomalie funzionali della tiroide?

Esistono due tipi di disturbi del funzionamento della tiroide che risultano in anomalie nella produzione di ormoni tiroidei.

  • La produzione ormonale insufficiente viene denominata ipotiroidismo. Lo stesso può provocare, tra l'altro, aumento di peso, stanchezza, caduta dei capelli, perdita di memoria, umore depressivo, nervosismo eccessivo, stipsi, secchezza della pelle...
  • La produzione ormonale è eccessiva: si tratta di ipertiroidismo. Lo stesso può provocare, tra l'altro, accelerazione del ritmo cardiaco, palpitazioni, affanno da sforzo, nervosismo, sudorazioni, dimagrimento…

Cosa provoca questo tipo di anomalie?

Determinate malattie, certi farmaci, anche la gravidanza può provocare un'anomalia del funzionamento tiroideo. Talvolta si ravvisano precedenti familiari.

Come si effettua il monitoraggio?

La disfunzione della tiroide si traduce direttamente in disturbi della secrezione degli ormoni tiroidei.
Tali disturbi vengono monitorati dal dosaggio sanguigno del TSH (ormone che stimola la tiroide).

Come trattare tali disturbi?

In caso di ipotiroidismo la terapia mira a compensare l'abbassamento di secrezione ormonale attraverso l'assunzione quotidiana di ormoni tiroidei (compresse o gocce).
In caso di ipertiroidismo, il trattamento mira a frenare la produzione degli ormoni tiroidei. A seconda dei casi, si utilizza una terapia temporanea a base di farmaci antitiroidei, che potrà essere eventualmente completata da una terapia radicale, iodio radioattivo o chirurgia.  

Il monitoraggio di un disturbo funzionale della tiroide si basa sul dosaggio degli ormoni tiroidei, soprattutto il TSH. Affinché detti risultati siano i più affidabili possibili, è importante realizzare sempre tale dosaggio nello stesso momento della giornata e nello stesso laboratorio d'analisi.

Redazione a cura di "Malice & Co. (Francia)". Traduzione e revisione a cura del Dott. Fabio Pilato.

Data pubblicazione:   24/03/11
 
 

Informazioni sullo studio

Prof. Antonio Aversa

Endocrinologia e malattie del metabolismo: indirizzo Andrologia

Ulteriori dettagliTariffarioContattami

Documenti correlati

Per saperne di più sull'ipertiroidismo
Per saperne di più sull'ipertiroidismo
Talvolta si verifica un malfunzionamento della ghiandola tiroidea che inizia a secernere troppi ormoni. Si tratta dell'ipertiroidismo, una patologia frequente che richiede un trattamento tempestivo.
Leggi
Testo
Cooscere meglio il mio ipertiroidismo
Cooscere meglio il mio ipertiroidismo
È una piccola ghiandola a forma di farfalla situata alla base del collo, sotto il pomo d'Adamo, davanti alla trachea. È un regolatore di determinate funzioni dell'organismo. Questa ghiandola secerne ormoni che intervengono in particolar modo sulla crescita ossea, lo sviluppo mentale, la trasformazione dei grassi e degli zuccheri.
Leggi
Testo
Ho il gozzo, so cos’è
Ho il gozzo, so cos’è
Il termine gozzo descrive un aumento del volume della tiroide che può interessare l'intera ghiandola (si parla in tal caso di gozzo diffuso) o soltanto zone limitate (si parla allora di gozzo nodulare). Il gozzo diffuso è frequente nelle regioni carenti di iodio.
Leggi
Testo


Questo sito non deve essere utilizzato in sostituzione delle visite mediche.