Ai contenuti
Sei in:  Home page

Benvenuto!

 

Salve sono il Dott. Andrea Boni e lavoro come cardiologo presso l'Ospedale di Lucca - Cardiologia diretta dal Dott. Francesco Maria Bovenzi, Dipartimento Emergenza Urgenza ASL 2,  dove mi occupo di emodinamica e terapia intensiva cardiologica.

Attualmente  sono nel Consiglio della Società Medico-Chirurgica Lucchese, dove ricopro l'incarico di vicepresidente. Ho fatto parte del Consiglio Direttivo Regionale Toscano dell'Associazione Nazionale Medici Cardiologi Ospedalieri (ANMCO) con il ruolo di segretario.

Sono socio del Circolo dell'Unione di Lucca.

Frequento il corso AIS (Ass. Italiana Sommelier).

 

Orari di visita


Legenda:
Tipo di visita
Senza appuntamento
Per appuntamento
Altro
Indirizzo struttura
Ospedale San Luca

Ulteriori informazioni su...

Informazioni sullo studio

Dott. Andrea Boni

Cardiologia

Ulteriori dettagliContattami

Indirizzo struttura

Ospedale San Luca
San Filippo
Lucca
55100 Lucca

Tel.:  0583-449430
Cellulare :  335-6446504

Orari di apertura:

Dalle ore 8 alle ore 20 tutti i giorni lavorativi



Parcheggi nelle vicinanze

dopo essere entrati in ospedale a piano terra girare a sinistra, corridoio lungo, ambulatori n° 25-26-32.


come raggiungerci

Galleria immagini



Curriculum Vitae Dott. Andrea Boni

Il Dottor Andrea BONI è nato a Magliano in Toscana (GR) il 12 maggio 1960, nel 1979 ha conseguito la Maturità Classica al Liceo Ginnasio Carducci-Ricasoli di Grosseto; si è iscritto alla Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Pisa nell’anno accademico 1979-80 ed ha conseguito la Laurea il 10 aprile 1986 con il massimo dei voti (110/100 e lode) discutendo la tesi: “Valutazione della funzione ventricolare sinistra nella cardiopatia ischemica mediante ecocardiogramma da sforzo”.

Ha conseguito l’abilitazione alla professione medico-chirurgica nel giugno 1986.

Nell’anno accademico 1986-’87 è risultato vincitore del Concorso di Ammissione, per titoli ed esami, alla Scuola di Specializzazione in Malattie dell’Apparato Cardiovascolare della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Pisa. Si è quindi iscritto alla suddetta Scuola superando gli esami di profitto annuali e si è specializzato nel luglio 1989 discutendo la tesi: “Miocardiopatie ipertrofiche: studio della funzione diastolica, sua relazione con la funzione sistolica e con i dati clinici”.

Durante gli anni della specializzazione ha frequentato la corsia, i laboratori e la sala di emodinamica dell’Istituto di cardiologia dell’Università di Pisa, diretta dal prof. Mario Mariani.

Dal 1987 al 1988 ha prestato servizio quale Ufficiale Medico dirigente Servizio Sanitario Militare presso Infermeria con posti letto di degenza all’ospedale Militare di Padova.

Nel 1989 ha frequentato il Centro di Cardiochirurgia dell'Azienda Ospedaliera di Padova diretto dal Professor Gallucci.

Dal settembre 1989 al marzo 1993 ha prestato servizio quale titolare Cardiologo a bordo di Unità Coronarica Mobile presso la Pubblica Assistenza di Pisa.

Dal luglio 1990 al settembre 1993 ha effettuato attività di Cardiologia ambulatoriale presso i Distretti ex-USL 6 Piana di Lucca (attuale ASL 2).

Dall’aprile 1990 al novembre 1991 ha prestato servizio quale aiuto Cardiologo, responsabile del Servizio di Riabilitazione, presso il Centro di Prevenzione e Riabilitazione Cardiologica di Monte S. Quirico in Lucca. Presso tale Centro si è occupato in prima persona dell’organizzazione del Servizio Riabilitativo per Cardiopatici, oltre alle attività di diagnosi clinico-strumentale.

Ha prestato servizio quale Assistente Cardiologo incaricato a T.P. presso la USL 16 Pontedera, U.O. Malattie Cardiovascolari e UTIC, dal 10-4-1992 al 30-6-1992.

Ha prestato servizio quale Aiuto Cardiologo incaricato a T.P. presso la U.O. Cardiologia e UTIC di Castelnuovo Garfagnana USL 4, dal 27-12-1992  al 24-1-1993.

Ha prestato servizio quale Assistente Cardiologo incaricato a T.P. presso la U.O. Malattie Cardiovascolari e UTIC di Pontedera, dal 1-2-1993 al 7-5-1993.

Ha prestato servizio quale Assistente Cardiologo incaricato a T.P. presso la Divisione di Cardiologia - UTIC di Lucca, USL 6, dal 28-6-1993 al 26-12-1993. Ha conseguito l’abilitazione ad Aiuto Cardiologo in Concorso Pubblico presso la USL 6 Piana di Lucca.

Dal 10 dicembre 1994 è in ruolo quale dirigente I° livello presso la ASL 2 di Lucca ed ha prestato servizio prima presso la UO di Cardiologia di Castelnuovo Garfagnana fino al dicembre 1996 e poi presso la UO Cardiologia UTIC di Lucca, ruolo che ricopre al momento.

Si è occupato, dal 1994 in poi, della gestione e del trattamento dei pazienti con Scompenso cardiaco Cronico, sia a livello degenziale che ambulatoriale e riabilitativo.

Ha diretto l’Ambulatorio dedicato allo Scompenso cardiaco presso la ASL 2 di Lucca.

Ha seguito un aggiornamento residenziale promosso dalla ASL 2 Lucca della durata di 6 mesi presso il Laboratorio di Emodinamica dell’Ospedale Careggi di Firenze, nel 2002.

Ha frequentato, su invito dell’ASL 2 Lucca, per 3 mesi gli ambulatori di ecocardiografia neonatale dell’Ospedale Pediatrico Apuano di Massa.

Nel 2003 ha frequentato il  Thoraxcenter of the Erasmus MC come aggiornamento residenziale presso i Cardiology and Cardiothoracic Surgery departments.

Dal 2006 al 2008 ha seguito un piano formativo aziendale presso il Laboratorio di Emodinamica della U.O. di Cardiologia di Lucca diretta dal Dott. Francesco Maria Bovenzi.

Dal giugno 2008 presta servizio con turni di reperibilità h24 presso lo stesso Laboratorio di Emodinamica. Ha eseguito ad oggi   più di 1000 procedure di coronarografia come primo operatore.

Nel 2011 ha partecipato al Corso Progetto P.E.G.A.S.O.  su diagnosi, gestione e trattamento dei pazienti con Ipertensione  Polmonare presso il  Policlinico S. Orsola-Malpighi Bologna frequentando gli ambulatori, la corsia ed i laboratori di emodinamica sotto la guida del Prof. Nazareno Galiè.

Ha preso parte, in qualità di relatore e di moderatore, a vari convegni sia locali che nazionali, relativamente all’area scompenso e area riabilitazione cardiologica e di cardiologia invasiva. E’ stato docente di corsi di formazione ASL 2 rivolti a personale medico ed infermieristico. Ha tenuto lezioni in Corsi di aggiornamento per Medici di Medicina Generale, per Operatori Sanitari e Scolastici ed in Seminari di Cardiologia Preventiva e di Educazione Sanitaria per la popolazione. Collabora con la UO di Formazione ed Educazione Sanitaria della ASL 2.Ha presentato numerose comunicazioni a Congressi Internazionali ed ha partecipato alla raccolta dati del Network scompenso Cardiaco promosso dall’ANMCO. E' attualmente in carica come consigliere eletto nel Direttivo Regionale ANMCO TOSCANA 2012 - 2014 con funzione di segretario. Il 30 maggio 2012, in seno Al Congresso Nazionale ANMCO di Firenze, ha ricevuto il riconoscimento di Fellow dell'ANMCO. Tiene corsi per Infermieri ed allievi del Corso Universitario triennale in Scienze Infermieristiche.Ha svolto inoltre attività di ricerca sugli effetti del training fisico controllato in cardiopatici, sui vantaggi nel periodo postoperatorio e su vari aspetti della Cardiologia Preventiva, sugli aspetti ecocardiografici della valutazione del paziente con Scompenso Cardiaco Cronico, sugli aspetti epidemiologici del problema Scompenso Cardiaco e di Cardiologia Invasiva. Frutto di tale impegno sono le pubblicazioni su giornali ed atti di Congressi nazionali ed internazionali.



Pubblicazioni Dott. Andrea Boni

Pubblicazioni:

 

[Epidemiology of tako-tsubo cardiomyopathy: the Tako-tsubo Cardiomyopathy Tuscany Registry].

Bellandi B, Salvadori C, Parodi G, Ebert AG, Petix N, Del Pace S, Boni A, Pestelli F, Fineschi M, Giomi A, Cresti A, Giuliani G, Venditti F, Querceto L, Gensini GF, Bolognese L, Bovenzi F.

G Ital Cardiol (Rome). 2012 Jan;13(1):59-66.

 

Radial artery access for above the knee angioplasty: a feasibility study.

Lorenzoni R, Mazzoni A, Lazzari M, Boni A, Gemignani C, Bovenzi F.

EuroIntervention. 2011 Dec;7(8):924-9.

 

[Transradial access for percutaneous coronary and non-coronary interventions].

Lorenzoni R, Lazzari M, Boni A, Gemignani C, Bovenzi FM.

G Ital Cardiol (Rome). 2011 Jun;12(6):419-27.

 

New-onset left bundle branch block as an early electrocardiographic feature of takotsubo cardiomyopath.

Di Cori A, Gemignani C, Lazzari M, Lorenzoni R, Boni A, Cortigiani L, Bovenzi F.

G Ital Cardiol (Rome). 2010 May;11(5):442-5.

 

Effects of L-arginine on the Minnesota Living with Heart Failure Questionnaire quality-of-life score in patients with chronic systolic heart failure.

Fontanive P, Saponati G, Iurato A, Volterrani C, Boni A, Piccioni L, Dini FL; L-Arginine in Heart Failure Study Group.

Med Sci Monit. 2009 Dec;15(12):CR606-11

 

Prognostic value of left atrial enlargement in patients with idiopathic dilated cardiomyopathy and ischemic cardiomyopathy.

Dini FL, Cortigiani L, Baldini U, Boni A, Nuti R, Barsotti L, Micheli G.

Am J Cardiol. 2002 Mar 1;89(5):518-23.

 

The evaluation of the appropriateness of instrumental exams in cardiology. The case of echocardiography

Lorenzoni R, Magnani M, Accardo A, Mazzotta G, Azzarelli A, Boni A, Cortigiani L, Del Giallo P, Frugoli A, Lazzari M, Masini M, Odoguardi L, Piombino L, Pogliani M, Zanetti L, Nannini E.

Ital Heart J Suppl. 2000 Jan;1(1):74-80. Italian.

 

Echocardiographic evaluation of left ventricular diastolic function in patients with dilated cardiomyopathy: correlation among doppler, hemodynamic and clinical findings].

Boni A, Cortigiani L, Nannini E.

G Ital Cardiol. 1998 Oct;28(10):1120-7. Italian.

 

Acute hemodynamic effects of endogenous adenosine in patients with chronic heart failure.

Cortigiani L, Baroni M, Picano E, Palmieri C, Boni A, Ravani M, Biagini A, Nannini E.

Am Heart J. 1998 Jul;136(1):37-42.

 

Voluminous, saccular, and emboligenic aneurysm of the interatrial septum.

Lorenzoni R, Boni A, Cortigiani L, Nannini E.

G Ital Cardiol. 1998 Jan;28(1):84. English, Italian.

 

Compound heterozygosity for a structural apolipoprotein A-I variant, apo A-I(L141R)Pisa, and an apolipoprotein A-I null allele in patients with absence of HDL cholesterol, corneal opacifications, and coronary heart disease.

Miccoli R, Bertolotto A, Navalesi R, Odoguardi L, Boni A, Wessling J, Funke H, Wiebusch H, Eckardstein A, Assmann G.

Circulation. 1996 Oct 1;94(7):1622-8.

 

Studi Multicentrici:

 

[Distribution and appropriateness of hospital admissions, resource utilization in the Italian intensive cardiac care units. The BLITZ-3 study].

Visconti LO, Scorcu G, Cassin M, Casella G, Chinaglia A, Conte MR, Fradella G, Lucci D, Maggioni AP, Pirelli S, Chiarella F; Ricercatori del BLITZ-3.

G Ital Cardiol (Rome). 2011 Jan;12(1):23-30.

 

Elderly patients with acute coronary syndromes admitted to Italian intensive cardiac care units: a Blitz-3 Registry sub-analysis                                                                                                                                                                                           Casella, Gianni; Scorcu, Giampaolo; Cassin, Matteo; Chiarella, Francesco; Chinaglia, Alessandra; Conte, Maria R.; Fradella, Giuseppe; Lucci, Donata; Maggioni, Aldo P.; Visconti, Luigi O.; on behalf of the Blitz-3 Investigators          Journal of Cardiovascular Medicine. 13(3):165-174, March 2012

 

Epidemiology and patterns of care of patients admitted to Italian Intensive Cardiac Care units: the BLITZ-3 registry  Casella, Gianni; Cassin, Matteo; Chiarella, Francesco; Chinaglia, Alessandra; Conte, Maria R; Fradella, Giuseppe; Lucci, Donata; Maggioni, Aldo P; Pirelli, Salvatore; Scorcu, Giampaolo; Visconti, Luigi Oltrona; on behalf of the BLITZ-3 Investigators                                                                                                                                                                                   

Journal of Cardiovascular Medicine. 11(6):450-461, June 2010.

 

Age-dependent prognostic significance of atrial fibrillation in outpatients with chronic heart failure: data from the Italian Network on Congestive Heart Failure Registry.

Baldasseroni S, Orso F, Fabbri G, De Bernardi A, Cirrincione V, Gonzini L, Fumagalli S, Marchionni N, Midi P, Maggioni AP; Italian Network on Congestive Heart Failure Investigators.

Cardiology. 2010 Jul;116(2):79-88.

 

Epidemiology and patterns of care of patients admitted to Italian Intensive Cardiac Care units: the BLITZ-3 registry.

Casella G, Cassin M, Chiarella F, Chinaglia A, Conte MR, Fradella G, Lucci D, Maggioni AP, Pirelli S, Scorcu G, Visconti LO; BLITZ-3 Investigators.

J Cardiovasc Med (Hagerstown). 2010 Jun;11(6):450-61.

 

Independent relationship of left atrial size and mortality in patients with heart failure: an individual patient meta-analysis of longitudinal data (MeRGE Heart Failure).

Rossi A, Temporelli PL, Quintana M, Dini FL, Ghio S, Hillis GS, Klein AL, Marsan NA, Prior DL, Yu CM, Poppe KK, Doughty RN, Whalley GA; MeRGE Heart Failure Collaborators.

Eur J Heart Fail. 2009 Oct;11(10):929-36. Review.

 

Independence of restrictive filling pattern and LV ejection fraction with mortality in heart failure: an individual patient meta-analysis.

Meta-analysis Research Group in Echocardiography (MeRGE) Heart Failure Collaborators.

Eur J Heart Fail. 2008 Aug;10(8):786-92. Epub 2008 Jul 9.





Questo sito non deve essere utilizzato in sostituzione delle visite mediche.