Ai contenuti

Dr Andrea Martinez -Omeopatia e Medicine integrate

Consigli pratici

Attività fisica

Ho una malattia cardiovascolare: posso fare sport?

Ho una malattia cardiovascolare: posso fare sport?

Un'attività fisica regolare fa parte del trattamento delle malattie cardiovascolari allo stesso modo dei farmaci.

Ho una malattia cardiovascolare: devo fare sport?

Un'attività fisica leggera, come camminare di buon passo, nuotare, andare in bicicletta o fare ginnastica dolce, è uno degli elementi più importanti ai fini della gestione della propria salute, insieme all'alimentazione e, se necessario, ai farmaci.
L'esercizio fisico regolare migliora il controllo glicemico nei diabetici, riduce la pressione arteriosa negli ipertesi, diminuisce il tasso di colesterolo cattivo e favorisce l'aumento del colesterolo buono nel sangue. Inoltre, aiuta a perdere peso e a smettere di fumare.

Quali sport posso praticare?

Scegliete un'attività fisica adatta alla vostra condizione fisica, al vostro stato di salute e soprattutto fate qualcosa che vi piaccia. Se è da molto che non fate sport, introducete l'attività fisica gradualmente, dopo esservi consigliati con il cardiologo.
È possibile che prima di iniziare dobbiate sottoporvi ad un test da sforzo.
È particolarmente consigliata la pratica di uno sport come la bicicletta, il nuoto, le camminate veloci o la corsa a piedi.
Se le vostre capacità di compiere sforzi sono limitate per ragioni di età o di salute, accontentatevi di camminare al vostro ritmo. L'importante è praticare l'attività motoria almeno tre volte alla settimana e per un periodo di tempo sufficiente (almeno 30 minuti).
Quando fa brutto tempo, potete scegliere tra numerosi sport e attività al coperto, come nuoto, tapis roulant, stretching, ginnastica dolce, ginnastica in acqua, yoga, ecc.
Alcuni sport, in particolare quelli che comportano scatti e movimenti bruschi (tennis, squash, calcio, ecc.), non sono indicati, salvo autorizzazione del vostro medico. L'iscrizione a palestre e corsi è subordinata alla presentazione di un certificato di idoneità fisica.
Per mantenere una buona motivazione nel corso del tempo, è consigliabile praticare un'attività sportiva di gruppo (palestre o associazioni). Inoltre, con la guida di un buon istruttore o allenatore potrete fare attività motoria in modo ponderato e senza eccessi.

Quali precauzioni devo prendere?

Ci sono alcune regole da rispettare sistematicamente:

  • Non riprendete mai dall'oggi al domani un'attività sportiva abbandonata ormai da 10 o 20 anni.
  • Ricominciate progressivamente perché il vostro fisico non ha più le stesse capacità di allora.
  • Non fate mai sforzi senza un preliminare riscaldamento adeguato. Se praticate l'attività fisica per 1 ora, dedicate 20 minuti al riscaldamento.
  • Concludete la sessione con una fase di recupero di una decina di minuti.
  • Non fate mai la sauna dopo un allenamento intenso.
  • Evitate di compiere sforzi in condizioni estreme: in pieno sole o a temperature troppo basse.
  • Evitate di recarvi in luoghi stretti e angusti.
  • Fate attenzione alle zone e ai giorni con tassi di smog elevati (informatevi sui livelli e avvisi di inquinamento dell'aria).
  • Se fumate nonostante le raccomandazioni del vostro medico, obbligatevi a non fumare nelle due ore che precedono e nelle due ore che seguono l'attività fisica.

Un'attività fisica leggera e di resistenza svolta con regolarità permette di ridurre il rischio d'incidenti cardiovascolari.

Redazione a cura di "Malice & Co. (Francia). Revisione a cura del Dott. Fabio Pilato.

Ultima revisione novembre 2011.

Data pubblicazione:   29/11/11
 
 

Informazioni sullo studio

Dott. Andrea Martinez

Omeopatia e Medicine Integrate

Questo sito non deve essere utilizzato in sostituzione delle visite mediche.